Tu sei qui

MotoGP, Rossi: il problema? le nuove Bridgestone

"Non ho usato la gomma morbida alla fine. Marquez in Qatar? Non fa differenza per me"

Stupisce un po’ vedere Valentino Rossi al 7° posto alla fine della giornata. Il Dottore era partito veloce, ha macinato molti giri ed è anche stato l’unico a fare un long run. Però, sul finale di turno, mentre gli altri davano l’attacco al cronometro è mancato il suo acuto. “Se Sono un po’ indietro in classifica, il motivo è che non ho messo la gomma morbida alla fine, penso che un tempo in 2’00” potevo farlo anch’io”, ci tiene a specificare.

Quindi non sei preoccupato della posizione?

Mi dispiace di non avere provato a fare il tempo, ma avremo una gomma morbida in più per domani. Anche perché oggi le condizioni della pista non erano fantastiche”.

In compenso hai fatto un long run.

Ho provato a fare 10 giri di fila con la gomma dura, è stato interessante, non è andata male ma dobbiamo provare a essere più veloci. Ci siamo concentrati su questa breve simulazione di gara perché nell’altro test avevamo avuto problemi in quel frangente”.

Oggi invece?

Sono soddisfatto di come andata. Però piacerebbe essere più veloce, domani ci riproverò, perché ho ancora un po’ di sottosterzo. La vera simulazione di gara, invece, la farò nell’ultimo giorno”.

Qual è stato il programma oggi?

Stiamo cercando di modificare il setting per usare le gomme 2014 perché negli altri test abbiamo avuto molti problemi, ci causavano chattering. Siamo migliorati ma bisogna andare ancora più forte”.

Quindi sei d’accordo con Lorenzo sulle problematiche delle nuove Bridgestone?

Jorge è proprio incazzato. Ma è la Yamaha che dovrebbe parlare con la Bridgestone non noi piloti, anche se ormai i giochi sono fatti”.

Lorenzo si è lamentato anche della nuova elettronica.

A me piace, specie in staccata, e continuerò a usarla, ma abbiamo un modo di scalare e di frenare molto diverso. L’effetto ora è simile a quello di Honda. Loro hanno il seamless anche in scalata, noi no, ma abbiamo un effetto simile. Però sono più avanti sotto questo aspetto, di un anno e mezzo, forse due”.

Si può recuperare il gap?

Loro  hanno sempre più soldi sa spendere ogni anno che passa, quindi potrebbe addirittura aumentare. Ma proveremo a ridurlo”.

Cosa pensi del fatto che Marquez possa andare a provare in Qatar?

Per me non fa differenza”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti