Tu sei qui

MotoGP, Clinica Mobile: Zasa subentra a Costa

La struttura avvierà anche una collaborazione con il Centro Diagnostico Della Rosa Prati

Da questa stagione, dopo 40 anni di attività al fianco dei piloti, non ci sarà più il dottor Claudio Costa alla guida della Clinica Mobile, ma il suo posto verrà preso dal dottor Miche Zasa, da anni in forza alla struttura. Non sarà l’unico cambiamento per la Clinica Mobile che inizierà anche una collaborazione con il Centro Diagnostico Europeo Dalla Rosa Prati di Parma.

Un progetto di ampio respiro, con un obiettivo  ben preciso continuare ad offrire un servizio sanitario moderno e innovativo di prossimità - a livello internazionale - di diagnostica e terapia della traumatologia, con terapie metodologie  d’avanguardia, secondo protocolli sanitari di eccellenza. Il dottor Costa, fondatore della Clinica Mobile accompagnerà, l’avvio  di questo nuovo e ambizioso progetto, guidato Michele Zasa, medico parmigiano, insieme al dottor Guido Dalla Rosa Prati, amministratore delegato dell’omonimo Centro Diagnostico, che  gestirà e coordinerà la nuova Divisione specialistica e ne curerà lo sviluppo.

E’ per me un grande onore raccogliere il testimone del dr. Costa ed essere da lui prescelto per condurre negli anni a venire la sua creatura, la Clinica Mobile – dice il Michele Zasa - In questi anni di lavoro fianco a fianco, nel servizio di emergenza in autodromo a Imola prima e nei circuiti del Motomondiale poi, ho appreso dal dr. Costa e condiviso l’amore infinito per i piloti. Gli eroi mitologici dei giorni nostri, come lui ama chiamarli, ragazzi straordinari dotati di infinito coraggio e guidati da una Passione. Per loro, e per onorare il dr. Costa e quanti nel paddock hanno creduto in questa successione, proseguirò con passione e impegno l’attività iniziata oltre 40 anni fa. Un pensiero colmo di gratitudine va in particolare a tutti i collaboratori della Clinica Mobile che in tutti questi anni si sono adoperati per mantenere viva questa struttura, a volte con sacrifici ma sempre con tanto entusiasmo, dedizione e professionalità. E sarà proprio con diversi di loro che proseguirà l’attività, in un ideale passaggio di consegne che non ha il significato di cambiamento ma piuttosto di rinnovamento. Ringrazio Guido Dalla Rosa Prati per aver creduto nel progetto e raccolto il mio invito, sicuro che l’apporto del Poliambulatorio Dalla Rosa Prati–Centro Diagnostico Europeo permetterà un’ulteriore crescita della Clinica Mobile sia in termini di know-how che di apporto tecnologico”.

Siamo orgogliosi di affrontare questa nuova sfida con un ambizioso progetto che esalta due realtà Italiane sanitarie d'avanguardia - aggiunge il Dr. Guido Dalla Rosa Prati  - La Clinica Mobile ha una storia unica, incredibile, nata dall’ ingegno italiano e diventata un’eccellenza mondiale, costruita con la  passione, con l’amore per questo lavoro e con la collaborazione dei piloti e di tutti i team che lavorano intorno alle corse. Riconosciamo al dr. Costa il grande talento umano e professionale per avere creato e sviluppato una realtà unica nel suo genere  e per averla portata ai massimi livelli di specializzazione medica, in tutto il mondo ed abbiamo voluto dare continuità a questa storia. Insieme al dr. Michele Zasa, preparatissimo medico erede prescelto dal dr. Costa, metteremo a disposizione del nuovo progetto tutte le tecnologie avanzate e l’esperienza che abbiamo sviluppato in questi anni, durante i quali la diagnostica è divenuta punto di forza del nostro centro. Per il Centro diagnostico europeo Dalla Rosa Prati questa nuova sfida rappresenta una grande opportunità per migliorare i nostri servizi entrando in un percorso sanitario per gli sportivi, al fianco degli straordinari piloti che il dr. Costa definisce eroi. Dalla meravigliosa storia della Clinica Mobile nel Mondo impareremo e prenderemo spunto per svolgere il nostro lavoro con tutto l’amore che serve per conquistare il cuore ed i sentimenti dei coraggiosi cavalieri dei tempi nostri e di tutti i nostri pazienti. La Clinica Mobile continuerà così ad essere il punto di riferimento nei circuiti di tutto il mondo per tutti coloro che si adoperano per farci vivere le straordinarie emozioni delle sfide motociclistiche”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti