Tu sei qui

Moto3, Jerez: ancora Miller, Antonelli sul 'podio'

I TEMPI FINALE. Fenati e Bagnaia coi primi, in Moto2 Kallio vola, bene De Angelis

Si è chiusa a Jerez l’ultima giornata di test ufficiali, iniziata con una nebbia da Val Padana e finita nelle migliori condizioni. La classifica finale mostra due classi molto equilibrate e combattute. In Moto2 i primi tre piloti (Kallio, Rabat e Luthi) sono in appena 85 millesimi e si arriva al 17° aggiungendo appena un secondo. Simile la situazione in Moto3, con Miller, Kornfeil e Antonelli a segnare il passo e 14 piloti in poco più di 8 decimi.

Moto3 – La tre giorni di Jerez ha avuto Jack Miller come dominatore, l’australiano del team Ajo si è migliorato ulteriormente nell’ultimo turno portando il riferimento a 1’46”046, sei decimi più veloce del miglior giro del circuito. Alle sue spalle, grazie al tempo del secondo turno, c’è la sorpresa Jakub Kornfeil che sulla KTM del team campione del mondo è a solo due decimi da Miller.

Le buone notizie per l’Italia arrivano ancora una volta da Niccolò Antonelli che, dopo avere perso tutta la seconda sessione per un inconveniente tecnico sulla moto, nel finale ha tirato fuori gli artigli e si è piazzato al terzo posto, a poco più di quattro decimi dalla testa. Seguono il veloce debuttante Hanika, Kent e Fenati, tutti e tre con il tempo di ieri. Romano oggi non è infatti riuscito a migliorare il suo riferimento, chiudendo la giornata 9°. Alle sue spalle, nella combinata dei tre giorni, Ajo e Francesco Bagnaia che chiude il plotone di 8 KTM davanti a tutti.

L’unica Honda nei primi 10 è quella di Alex Marquez 9° a 0”836, davanti a Isaac Viñales ed Efren Vazquez che hanno fatto segnare lo stesso tempo al millesimo. Buon 14° tempo per Fabio Quartaro che in questo ‘assaggio’ di Mondiale ha dimostrato di potere stare costantemente nelle posizioni di testa nonostante la scarsa esperienza.

Prosegue invece l’adattamento di Alessandro Tonucci sulla Mahindra, ancora non al livello dei migliori e 22° al termine dei tre giorni e per 4 millesimi davanti a Bastianini, che ha visto i test compromessi da una caduta nel primo giorno. Continuano i lavori anche per il Team Italia con Matteo Ferrari 17° e Andrea Locatelli 33° e ultimo nella lista dei piloti.

Moto2 – Anche oggi Kallio, Rabat e Luthi sono stati i protagonisti in pista, conquistando un turno a testa. Il migliore in assoluto è però stato il finlandese, autore di 1’42”169 proprio nell’ultima sessione, tempo che gli ha consentito di battere il compagno di squadra per 64 millesimi e per 85 lo svizzero. Vicino al trio (+ 0”211) un altro protagonista della scorsa stagione, Takaaki Nakagami, passato al team di Okada.

Il 5° posto è invece appannaggio di un ottimo Alex De Angelis che già ieri aveva mostrato (nonostante una scivolata che gli aveva fatto perdere molto tempo) di avere il passo giusto per giocarsela con i migliori. Dietro alla sua Suter per 3 millesimo c’è Sandro Cortese e per 4 Alex Lowes che sta interpretando nel migliore dei modi la SpeedUp.

Grande passo avanti oggi anche per Lorenzo Baldassarri, 8° di giornata e assoluto che sembra avere trovato confidenza con la Suter, riuscendo anche a precedere il compagno di squadra Simeon. Nei primi dieci anche Simone Corsi con la KLX (una Kalex 2013 senza vocali e assistenza diretta dal telaista), vittima di un problema al motore che gli ha fatto perdere un turno. Buona 13° posizione per Franco Morbidelli che oggi ha scalato la classifica a ha preceduto debuttanti di lusso come Maverick Viñales (16°) e Luis Salom (21°). Mattia Pasini è invece 19°.

Ultimi test ufficiali per Moto2 e Moto3 dal 14 a 16 marzo, ancora a Jerez.

I TEMPI


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti