Tu sei qui

Moto3, Jerez: Miller vola, Fenati 4° insegue

Anche Bagnaia e Antonelli nei primi 6. Luthi domina in Moto2, 5° tempo per De Angelis

I piloti della Moto2 e Moto3 hanno terminato la seconda giornata di test a Jerez con condizioni favorevoli, nonostante le basse temperature nelle prime ore del mattino. Nella 250 ci sono ben tre piloti del team Ajo finlandese davanti a tutti. Nella 600 si è invececonfermato Luthi,battendo Rabat e Kallio. I colori italiani non sono comunque spenti, Fenati, Bagnaia e Antonelli sono subito dietro a migliori in Moto3, De Angelis è 5° in Moto2.

Moto3 – La lista dei tempi restituisce una classifica cortissima con i primi 15 in meno di 9 decimi. La sorpresa è il debuttante Karel Hanika, campione in carica della Rookies Cup, che ha piazzato 1’46”645 sul cronometro nell’ultimo turno. Non abbastanza per scalzare dal primo posto Jack Miller autore di 1’46”278 nel turno del mattino, ma sufficiente per un ottimo secondo posto. Terzo per solo un millesimo l’Husqvarna (una KTM riverniciata) di Danny Kent, tornato in Moto3 dopo una stagione in Moto2.

Subito dietro c’è Romano Fenati, a 0”372 da Jack Miller e in progressione per tutta la giornata. Tutti i primi quattro piloti hanno girato sotto il giro più veloce della pista (1’46”660 di Alex Rins). Quinto posto per il secondo pilota del Team Sky VR46 Pecco Bagnaia, a 24 millesimi da Romano con il tempo del mattino. Chiude il terzetto di italiano Niccolò Antonelli, 6° a 0”528.

Settimo posto per la prima ‘non-KTM’, la Honda guidata da Alex Marquez, questa volta il migliore dei piloti sulla moto giapponese grazie a un colpo di reni sul finale. Lo spagnolo ha preceduto il compagno di marca Vazquez, Niklas Ajo e il sorprendete Fabio Quartaro, in pista in sostituzione di Rins.

Migliore fra gli altri italiani è Alessandro Tonucci, 19° a 1”635, mentre Matteo Ferrari è 26°. Solo 29° Bastianini che soffre il taglio alla mano procuratosi ieri, mentre chiude la classifica Locatelli.

Moto2 – Non si è migliorato nel corso della giornata, ma Thomas Luthi si è piazzato comunque davanti a tutti nella combinata grazie a 1’42”515 staccato nel primo turno. Lo svizzero ha abbassato il primato di Bradl (1’42”706), come del resto hanno fatto anche Tito Rabat e Mika Kallio che lo seguono in classifica. Luthi è stato il migliore interprete della Suter, che tiene a bada un trio di Kalex, con Nakagami dietro alla coppia di Marc VDS.

Ottimo 5° tempo per Alex De Angelis che si è inserito nei migliori anche dopo avere perso mezza giornata a causa di una banale scivolata all’inizio della sessione di prove riservata alla Moto2. Il sammarinese (a 0”561) ha regolato Sam Lowes sulla SpeedUp, Simon e Cortese su Kalex e Zarco sulla Caterham Suter, Nei primi 10 anche il sempre consistente Maverick Vinales.

Per trovare gli italiani bisogna scorrere la classifica verso il basso, fino ad arrivare al 14° posto di Simone Corsi, a 0”917 dalla testa. Passi avanti per i due debuttanti Lorenzo Baldassarri e Franco Morbidelli, 17° e 18°, mentre Mattia Pasini è solo 26°.

I TEMPI

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti