Tu sei qui

News Prodotto, Yamaha YZF-R125: la piccola si rinnova

Non solo estetica, ma anche novità sotto il profilo tecnico. Costerà 4.490 Euro

Yamaha continua la sua politica propositiva oramai cominciata da due anni, per fronteggiare un certo distacco del pubblico dal mondo delle due ruote. La casa di Iwata, proprio durante l'ultimo salone Eicma di Milano, ha mostrato tantissime novità, offrendo uno stand eterogeneo e decisamente completo di offerte per tutte le necessità. Mancava però un piccolo tassello, che Yamaha ha voluto tenere in serbo per i mesi seguenti. Stiamo parlando dell'entry level per eccellenza, la piccola YZF-R125, decisamente aggiornata in questa nuova versione 2014, a partire proprio dal nome, la cui dicitura riprende quella più tipica della 'stirpe' racing dei tre diapason. Niente più quindi il semplice R125 sul cupolino. Proprio quest'ultimo è stato modificato dal punto di vista estetico. Ora il cupolino ha nuove linee più dinamiche, per migliorare la penetrazione dell'aria, prestando il fianco al look della sorella maggiore YZF-R6. Spunta una nuova presa d'aria ricavata tra i due gruppi ottici, che offre un'immagine più aggressiva. Gruppo ottico invece rinnovato nella zona posteriore, che sovrasta un nuovo porta targa, ora più corto.
Tecnicamente, una delle novità più rilevanti è sicuramente la forcella a steli rovesciati. Una soluzione tecnica che, ai tempi d'oro delle piccole 125 2 tempi era stata introdotta - basti pensare alla Cagiva Mito o all'Aprilia RS - ma che nella piccola di Iwata non si vedeva da tempo. Ora il ritorno con due steli da 41mm e, conseguentemente, nuove piastre di sterzo, con un disegno anche più sportivo. Nuovo anche il disegno dei leveraggi della sospensione posteriore. Una soluzione indirizzata verso un miglioramento del comfort per pilota e passeggero. Torniamo però ad osservare l'anteriore, che mostra anche, nel reparto freni, un nuovo disco anteriore flottante da 292mm con pinza radiale, invertendo la logica della versione precedente, con disco fisso e pinza flottante. Gli pneumatici sono da 100/80-17 all'anteriore e 130/70-17 al posteriore.
Dalla ciclistica alla meccanica, la casa dei tre diapason ha mostrato una scelta volta al contenimento dei consumi, mantenendo ovviamente la potenza invariata. Così, la nuova YZF-R125 si presenta con una nuova

STESSA POTENZA, CONSUMI MIGLIORI
Quello del contenimento dei consumi è diventato ormai il tormentone più importante di questi anni. La Yamaha, di conseguenza, ha sottoposto anche il motore della YZF-R125 a una “cura dimagrante”. Il modello 2014 è equipaggiato con una nuova iniezione elettronica che ottimizza ulteriormente i consumi, riducendoli di circa l'11% rispetto l’attuale versione.
Tra le altre novità troviamo la strumentazione ridisegnata che perde il quadrante analogico e diventa tutta LCD con tre display multifunzione retroilluminati. Al centro si trovano tachimetro digitale e contagiri a barre, a sinistra il display multi funzione, con le informazioni sulla temperatura del motore, i dati su velocità massima, velocità media e consumo di carburante. Attraverso il display di destra invece il pilota riceve informazioni sul livello di carburante e indicazione sulla riserva, il contachilometri parziale, l’indicatore dei chilometri residui e l’orario grazie ad un orologio digitale. Chiudono il panorema delle novità tecniche le pedane del passeggero, ora montate su supporti in alluminio anziché in tubo di ferro.
La nuova YZF-R125 sarà disponibile a partire da fine aprile nei colori Matt Grey, Anodized Red e Race Blu, al prezzo di Euro 4.490 f.c.
Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti