Tu sei qui

SBK, Laverty: Suzuki? mai guidato moto migliore

Lowes: "la caduta è stata colpa mia, correre a Phillip Island è un sogno che si avvera"

Non c’è voluto molto ad Eugene Laverty per dimenticarsi l’Aprilia e adattarsi alla Suzuki. L’inglese ha trovato nella moto giapponese la compagna giusta per essere protagonista nel campionato SBK e l’ho ha subito chiarito nel primo giorno di test di Phillip Island, chiuso in prima posizione davanti alla Ducati di Giugliano e alla Kawasaki di Sykes. Che la GSX-R abbia trovato competitività lo dimostra anche il quinto posto del debuttante Alex Lowes, a cui una caduta nella mattina non ha impedito di migliorarsi nel pomeriggio, portandosi ad appena mezzo secondo dal più esperto compagno disquadra.

Il tempo di oggi ha sorpreso anche me – le parole di Eugene LavertySono stato molto più veloce di quello che era il mio obiettivo e la moto va bene dappertutto e qui è fantastica. Oggi probabilmente abbiamo trovato le migliori condizioni di sempre a Phillip Island, di solito c’è molto vento contrario, oppure a favore, o fa troppo caldo e la pista è scivolosa. Oggi invece la temperatura era ideale e il vento molto debole, è questa la ragione di tempi così veloci. In termini di sensazioni la GSX-R è la migliore Superbike che io abbia mai guidato, posso attaccare i cordoli più di quanto abbia mai fatto e mi dà molta confidenza. Anche la gomma posteriore la vora bene, anche dopo 24 giri giravo ancora sotto il mio vecchio record, quindi è totalmente positivo”.

Alex LowesLa soddisfazione è condivisa anche dal compagno di squadra Alex Lowes: “oggi mi sono divertito – ha esordito – E’ sempre difficile arrivare su un nuova tracciato ma Phillip Island è una pista su cui sognavo di correre da quando ero bambino, non vedevo l’ora e non sono stato deluso. È abbastanza difficile da imparare perché molto veloce ma è fantastica. Mi piacciono l’ultima curva e la curva Stoner è probabilmente una delle migliori che abbia mai percorso. Ho avuto un paio di problemi con la moto questa mattina e ho perso un po’ di tempo a causa di una caduta, è stata colpa mia. La moto va sempre meglio, abbiamo fatto qualche passo nella giusta direzione e spero che continueremo domani”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti