Tu sei qui

Moto3, Antonelli: già vicini al setup ideale

Bastianini: "meglio del previsto, ma ho margine". Fenati: "è andato tutto secondo i piani"

E’ stato un Niccolò Antonelli da record quello in pista oggi a Valencia. Il pilota dello Junior Team di Gresini sembra essersi perfettamente affiatato con la sua KTM e la dimostrazione è il 1’39”454 impresso sul cronometro, cinque millesimi meglio del miglior giro della pista segnato da Rins-

“Sono molto contento perché a prescindere dal tempo sul giro siamo riusciti a migliorare ancora un po’ la moto e ora siamo veramente vicini a quello che possiamo definire un setting ideale – ha affermato soddisfatto - Ovviamente si può sempre migliorare in tante aree, ma a questo punto si tratta di affinamenti: in particolare, credo ci sia ancora un certo margine per progredire sia in ingresso che in uscita di curva. Oggi le condizioni della pista erano migliori rispetto al primo giorno e molti piloti hanno abbassato i propri tempi, ma noi siamo ancora lì davanti ed è importante”.

Bene ha fatto anche il debuttante Enea Bastianini, costantemente nel gruppo dei migliori e capace di togliere un secondo dal tempo di ieri. “Oggi siamo partiti con più grinta e siamo riusciti subito ad abbassare il tempo di ieri – ha spiegato - Mi è stato utile girare più veloce perché siamo riusciti a capire diverse cose interessanti per migliorare, sia dal punto di vista dell’assetto che dal punto di vista del mio stile di guida. Sta andando tutto bene, anche meglio del previsto, ma credo comunque di avere ancora un certo margine da sfruttare: domani voglio provare a migliorare ancora”.

Fabrizio Cecchini, responsabile tecnico della squadra, ha illustrato il programma della giornata: “anche oggi abbiamo fatto un buon lavoro, trovando alcune soluzioni di assetto che ci hanno consentito di fare un ulteriore miglioramento con entrambi i piloti. Siamo contenti soprattutto perché i nostri tempi rimangono costanti anche con gomme che hanno già alle spalle 10-15 giri, e questo aspetto è molto importante in ottica gara. Domani proveremo altro materiale, in particolare per quanto riguarda l’ammortizzatore posteriore, con l’obiettivo di compiere un altro passo in avanti, sperando che resista il bel tempo, dato che le previsioni annunciano forte vento”.

Costanti e veloci anche i piloti del team Sky VR46 con Romano Fenati autore di 1’39’’885 nella sessione del mattino, tempo che gli è valso il quarto tempo di giornata. È andato tutto secondo i piani – ha spiegato l’ascolano - Il miglior tempo è arrivato senza problemi questa mattina, poi nel pomeriggio abbiamo provato molti assetti e, anche se abbiamo girato poco, abbiamo ottenuto comunque buoni risultati”.  In crescita anche Francesco Bagnaia (6°), che ha continuato a lavorare sul setup della sua KTM. “Sono molto soddisfatto – ha detto - abbiamo fatto un ottimo lavoro ed è andata bene perché abbiamo raggiunto un buon passo. Domani continueremo in questa direzione”.

Vittoriano Guareschi, team manager della squadra nata in collaborazione con la VR46 di Valentino Rossi, ha aggiunto: la direzione è sicuramente quella giusta, migliorano i tempi, l’affiatamento e la messa a punto della moto. Dobbiamo lavorare ancora, ma sappiamo di essere nel gruppo dei protagonisti. Domani  dovremo impegnarci al massimo per chiudere i test con una moto che ci soddisfi fino in fondo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti