Tu sei qui

Moto3, Test: Antonelli cannibale, Italia spera

I TEMPI FINALI DA VALENCIA: Fenati è terzo in Moto3. Morbidelli cresce in Moto2

Dopo un anno da dimenticare, a Valencia sono arrivati i primi segnali di un tentativo di riscossa azzurra nelle categorie minori. Nei test di Moto2 e Moto3 (che continueranno per i prossimi due giorni), Niccolò Antonelli ha dominato in classe cadetta, accompagnato sul podio virtuale da Romano Fenati. Franco Morbidelli si è invece inserito nelle parti alte della classifica provvisoria nella categoria di mezzo sul finale, anche se Alex De Angelis rimane il più veloce (12º) nella classifica combinata.

Moto2 – Dopo aver piegato Jordi Torres per un solo millesimo nel turno solitario, Mika Kallio ha fatto la differenza anche nell'ultima sessione di Moto2 con un 1'36.574, circa tre decimi più lento del best lap di giornata. Il finlandese ha preceduto Takaaki Nakagami (+ 0.224), mentre Maverick Viñales si è portato al terzo posto (+ 0.721), prendendosi gli onori di miglior rookie nell'ultimo turno (e secondo di giornata, subito dietro a Sam Lowes).

I distacchi sono rimasti contenuti dalla terza posizione in poi, a testimonianza della buona prova di chiusura dei piloti al vertice. Chiudono la Top 5 Anthony West e Marcel Schrotter, mentre "steccano" l'ultima uscita Julian Simon (settimo, + 1.043), Tito Rabat (ottavo, + 1.074) e Luis Salom (da ottavo a sedicesimo, + 2.430). Chiusura in crescendo invece per Franco Morbidelli, decimo (+ 1.206) nell'ultima sessione (diciottesimo assoluto) e primo degli italiani davanti ad Alex De Angelis (sei decimi più veloce di lui come best lap però).

Moto3 – Fa l'en plein Niccolò Antonelli, in testa alla classifica dei tempi ad ogni turno. Il pilota del team Gresini ha fatto segnare il proprio miglior riferimento nel turno dedicato esclusivamente alla categoria cadetta, replicandolo comunque facilmente nella sessione conclusiva con un 1'40.033, di soli 33 millesimi più lento. Gli unici in grado di scendere sotto l'1'41 oltre a lui sono stati Jack Miller (+ 0.322) e Romano Fenati (+ 0.522). Quest'ultimo ha mostrato miglioramenti costanti nell'arco della giornata, limando circa un secondo e mezzo in tutto.

Se il talento di Antonelli e Fenati era già stato mostrato in passato,  lasciano ben sperare soprattutto le posizioni di Francesco Bagnaia ed Enea Bastianini. Rispettivamente quinto (+ 1.758) e sesto (+ 1.770) nella sessione conclusiva (settimo e ottavo nella combinata), seppur con distacchi ampli, i due hanno comunque preceduto avversari quotati come Miguel Oliveira (decimo), Alex Marquez (undicesimo), ed Alex Rins (sedicesimo). Qualche problema di rodaggio invece per il Team Italia, passato a Mahindra ed al debutto nel 2014. Dopo le scivolate del turno precedente, solo Matteo Ferrari è riuscito a tornare in pista, chiudendo il turno con il 22º tempo (ventesimo nella combinata).

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti