Tu sei qui

SBK, Pirelli: l'equilibrio? Con più gomme

Posteriore su misura per le EVO. Limite fissato a 24 gomme per pilota

Pirelli, da oltre 10 anni fornitore unico di tutte le classi del campionato Superbike, ha appena comunicato i cambiamenti nelle modalità di fornitura pneumatici per la stagione alle porte, resi necessari sia dall'avvento della Superbike EVO che dalle modifiche del formato di prove libere e cronometrate.

Le forniture disponibili:

– Slick: anteriore 120/70 in mescola SC1 (morbida) e SC2 (media); posteriore 200/60 in mescola SC0 (morbida), SC1 (intermedia) e SC2 (dura).

– Rain: in quantitativo minimo di 8 per pilota, da utilizzare in caso di pioggia

– Wet: in quantitativo minimo di 3 per pilota, sono pneumatici intermedi da utilizzare in condizioni di pista non completamente asciutta né completamente bagnata

– Qualifica: pneumatico supersoft per la Superpole del sabato.

Per regolamento, il numero massimo di pneumatici utilizzabili da ogni pilota per l’intero weekend di gara (da venerdì a domenica) è di 24, di cui 10 anteriori e 14 posteriori. Inoltre, il numero massimo ammesso di pneumatici montati per ogni sessione di prova è fissato a 13 (senza distinzione tra anteriore e posteriore) per ciascun pilota. Fino al warm-up compreso, il pilota può utilizzare al massimo 8 anteriori e 12 posteriori. Per controllare il rispetto delle regole, Dorna utilizzerà un sistema di marcatura anticontraffazione tramite sticker.

Per quanto riguarda la EVO, l’obiettivo dichiarato di Pirelli è quello di ridurre il divario con le Superbike "pure". Come avevamo annunciato, il fornitore ha la facoltà di offrire soluzioni posteriori diverse ai piloti Superbike e a quelli Superbike EVO, ma per ora si tratta solo di una possibilità. In altre parole, la fornitura ad hoc avverrà solo in alcuni degli appuntamenti del campionato (sicuramente non a Phillip Island), fermo restando il numero complessivo di soluzioni disponibili per pilota, da 3 a 4, e il quantitativo complessivo di pneumatici per pilota che resteranno uguali per entrambe le classi.

I piloti Superbike EVO potrebbero avere una soluzione posteriore diversa da una di quelle fornite ai piloti Superbike e viceversa. La mescola dedicata ai soli piloti della Superbike EVO non sarà necessariamente la stessa per tutti i round, infatti Pirelli nel corso dell’anno intende sviluppare più soluzioni, alcune dedicate ad entrambe le classi, altre solo ad una delle due categorie.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti