Tu sei qui

MotoGP, La Suzuki a Sepang promuove la Marelli

Abbandonata la centralina Mitsubishi De Puniet soddisfatto dei progressi

Il Test Team Suzuki ha completato la prima sessione di test invernali del 2014 sulla pista malese di Sepang giudicando positivamente il lavoro svolto per la prima volta con la centralina elettronica Magneti Marelli.

Lo scopo primario dei test era la valutazione della centralina e di altri setting piuttosto che la ricerca della prestazione. Ciononostante Randy de Puniet nella giornata di chiusura ha girato in 2:02.486 abbassando di 1,4 secondi il tempo con cui aveva esordito martedì sui 5,543 chilometri della pista di Sepang. E questo nonostante il livello di grip del tracciato fosse peggiorato.

“E’ stato un test importante per iniziare il lavoro di sviluppo del sistema elettronico Magneti Marelli, e di lavoro da fare ne abbiamo parecchio - ha commentato Randy De Puniet - L’ultimo giorno, in mattinata, abbiamo migliorato la connessione col motore ma nel pomeriggio abbiamo avuto qualche difficoltà con il traction control. La pista è progressivamente peggiorata in termini di livello di grip ma, valutando le tre giornate nel complesso, direi che sono state positive e che ci hanno permesso di avere le idee più chiare su cosa c’è da fare per la prossima sessione. Torneremo presto in Malesia e io spero proprio che potremo fare altri passi in avanti”.

“Questo test a Sepang ci ha dato la prima opportunità di provare la centralina Marelli - ha spiegato Satoru Terada, Project leader e Team Director del Team Suzuki MotoGP - Dovevamo renderci conto per prima cosa di come si comportasse questo nuovo sistema di controllo elettronico del motore. Era la nostra priorità. Abbiamo individuato molte cose sulle quali dobbiamo lavorare e, per la maggior parte, ce lo aspettavamo. Per questo motivo possiamo definire il test Sepang-1 un inizio positivo per il nostro programma di sviluppo di quest’anno così importante per noi. Naturalmente dobbiamo ammettere che abbiamo fatto un po’ di fatica per abbassare i nostri tempi ma ci metteremo subito al lavoro in fabbrica per migliorare questo aspetto ed essere più competitivi per il secondo test in Malesia”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti