Tu sei qui

MotoGP, Dovizioso: sorpreso dai miglioramenti

Iannone il più veloce sulla Rossa: "faccio linee migliori, prima guidavo impiccato"

Le facce in Ducati sono più rilassate dopo la seconda giornata di test. Iannone ha siglato un buon giro che gli ha permesso di inserirsi davanti alla Honda di Bautista e limitare a meno di un secondo il distacco da Marquez e gli ufficiali non sono distanti. Dovizioso ha tolto 1”3 dal tempo di ieri, Crutchlow addirittura 1”4. “Mi ha sorpreso un miglioramento così grande – ammette il Dovi So che siamo ancora lontani dai primi, però ritornare ad avere sensazioni positive in sella è una bella emozione”.

Il lavoro è solo all’inizio, però i pochi mesi dalla fine del campionato sono stati usati nel migliore dei modi. “Confermo le impressioni di ieri, la D16 è più facile nell’ultima parte della frenata e in entrata di curva, permette una guida più aggressiva - la sintesi del forlivese – Inoltre è diminuita l’impennata e possiamo usare più potenza in accelerazione, anche se non posso valutare il miglioramento perché non ho avuto l’occasione di girare con nessuno”.

Per una moto al debutto, anche se non completamente rivoluzionata, il risultato è buono. “Sicuramente c’è ancora margine agendo sul setup”, assicura Andrea prima di concentrarsi sugli aspetti negativi. “Questo non significa che il suo comportamento sia cambiato, non è ancora possibile guidarla come vorrei perché il sottosterzo non è scomparso. Le traiettorie sono ancora obbligate”.

Andrea IannoneFelice nel ruolo di primatista Iannone,sono soddisfatto della GP14, ora posso fare linee migliori mentre con la vecchia su questa pista ero sempre impiccato”. Il buon tempo è utile per il morale sia suo che della squadra, “tutto il gruppo sta lavorando benissimo, sia a casa che in pista e devo ancora personalizzare l’assetto – afferma – Inoltre sono fiducioso anche sul passo, credo che con gomme usate i miei tempi non si alzino più di mezzo secondo”.

Anche Crutchlow, fanalino di coda oggi, non è abbattuto. “Credo di essere uno dei piloti che ha migliorato di più oggi come tempo sul giro. Ieri ero un po’ arrugginito e non avevo il feeling giusto sulla moto, ma il problema è stato soltanto mio – spiega -  Ho girato solo con la GP14 e il risultato è stato positivo. La nuova moto è molto migliorata nell'ingresso in curva, anche se manca ancora un po’ di trazione. In generale direi che sono piuttosto soddisfatto, anche se siamo abbastanza lontani dai primi”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti