Tu sei qui

Gresini: sfido Rossi in MotoGP e Moto3

Bautista può batterlo e Antonelli già mette dietro Fenati al Ranch

Nell'elegante cornice del teatro Titano a San Marino, Fausto Gresini ha presentato ufficialmente la propria squadra per il 2013. Il manager imolese sarà nuovamente impegnato su tre fronti, Moto3, Moto2 e MotoGP, con rinnovate energie e mezzi, ed un occhio di riguardo ai giovani, italiani e non.

"Il 2014 è un anno molto importante per la Gresini Racing, il diciottesimo nel Motomondiale – ha esordito Gresini – Un traguardo importante, grazie al quale possiamo affermare con orgoglio che la nostra struttura è diventata maggiorenne. Ovviamente non intendiamo fermarci qui: nonostante tanti anni passati sulle piste di tutto il mondo, ogni volta che inizia una nuova stagione, una nuova avventura, l’emozione e la ‘fame’ di risultati è sempre quella della prima volta".

Partendo dalla classe cadetta, Niccolò Antonelli sarà affiancato da Enea Bastianini, romagnolo come lui. Nonostante il legame storico con Honda, Gresini ha deciso di schierare due KTM, moto regina indiscussa dello scorso campionato, per contrastare il recente dominio iberico e rilanciare il vivaio italiano.

"Il nostro progetto giovani, lanciato da un paio d'anni, sta arrivando alla sua maturazione – ha aggiunto il manager – La Moto3 è la categoria che mi lega al mio passato da pilota, quando correvo nella 125, e la supremazia spagnola lo scorso anno ci ha fatto un po' soffrire. Resto sempre legato ad Honda, tanto che ho allestito un reparto corse separato per la MotoGP per dedicarle ancora più attenzione, ma nel mondo delle corse alcune decisioni vanno prese in fretta e ho pensato che la KTM, che ha vinto ogni gara nel 2013, ci desse una possibilità in più di riportare in alto i nostri piloti".

In Moto3, il team Gresini avrà come rivali anche due strutture, quella della FMI e quella del team Sky VR46, unite dall'obiettivo di rilanciare la scuola pilota nazionale. Antonelli, al terzo anno nel mondiale, ha già brillato sulla moto austriaca durante dei test ad Almeria, dove ha girato insieme al "vecchio" compagno di battaglia Romano Fenati. Il duello con l'ascolano prosegue anche tra le curve del Ranch di Valentino Rossi, dove però il pilota di Gresini è regolarmente più veloce.

"Un po' di competizione interna non può che farci bene. Credo però che i nostri piloti ci diano una marcia in più. Antonelli ha la moto e l'esperienza giuste per fare il salto di qualità definitivo. Bastianini è un giovane promettente con un sogno nel cassetto. Una coppia tutta italiana grazie alla quale cercheremo di riportare finalmente il tricolore nelle posizioni di vertice in Moto3".

Gli sforzi più ingenti saranno comunque indirizzati alla MotoGP, dove il team GO&FUN Gresini schiererà una Honda RC213V e la nuova Open, denominata RCV1000R.

"La Honda continuerà a ricoprire un ruolo strategico nel nostro nuovo progetto MotoGP: non a caso, nel 2014 saremo l’unica squadra targata Honda a mettere in pista entrambe le versioni della moto sviluppata da HRC. Un altro aspetto che mi rende estremamente orgoglioso, oltre che ottimista in vista della prima gara, è la nostra formazione piloti per la MotoGP: la coppia formata da Bautista e Redding".

Già lo scorso anno, Bautista aveva ripetutamente battagliato per il podio, soprattutto con piloti come Valentino Rossi e Cal Crutchlow. Redding, d'altro canto, è un esordiente giovane (21 anni) e dal talento grezzo, già mostrato a più riprese nelle classi minori.

"Da un lato, Alvaro è entrato di diritto tra i ‘top rider’, avendo già dimostrato ampiamente di potersi inserire, ad ogni Gran Premio, nella top five. Un risultato incredibile se si pensa al livello di competitività raggiunto dalla MotoGP odierna. Quest’anno ci aspettiamo da lui un ulteriore miglioramento, nella speranza di frequentare assiduamente il podio. Dall’altro lato, nutriamo grandi aspettative sull’esordio di Redding. Scott è giovanissimo ma già molto esperto: basti pensare che proprio in occasione della sua prima gara in MotoGP festeggerà esattamente il suo centesimo Gran Premio nel Motomondiale".

Presente nel motomondiale dal 1997, il team Gresini ha fin qui raccolto 2 titoli mondiali (Kato ed Elias nella classe intermedia), 40 vittorie, e 109 podi. Con test in programma ad Almeria (Moto3) e Sepang (MotoGP) la prossima settimana, la fame di corse (e vittorie) di cui parlava il team manager potrà presto essere saziata.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti