Tu sei qui

Moto2, Corsi e Pasini: l'obiettivo è il podio

I piloti del team Forward mostrano grande fiducia per la nuova FTR

Sul ghiaccio, a bordo delle quattro ruote, hanno dimostrato di saperci fare. Dopo il weekend motoristico di Livigno, che ha visto Mattia Pasini e Simone Corsi conquistare i primi due gradini delle Races On Ice, i piloti del team Forward sono ora attesi per l’inizio della nuova stagione.

Per loro la campanella suonerà prima degli altri quest’anno, perché il team svizzero sarà impegnato ad Almeria per una tre giorni di test privati a febbraio: “Saremo in Spagna dal 6 all’8 di febbraiospiega Pasini – abbiamo voluto anticipare la fine delle vacanze per iniziare subito a lavorare sulla nuova moto”. Nonostante l’intervento al braccio, il romagnolo si sente già pronto per i primi test del nuovo anno: “Purtroppo queste vacanze non me le sono godute al massimo – sottolinea il pilota il 9 dicembre ho subito un intervento al legamento del braccio destro e quindi sono stato costretto a fare un po’ di convalescenza. Ora però sono carico e non vedo l’ora di rimettere la tuta”.

Ad attendere i due piloti ad Almeria  ci sarà la nuova FTR: “Abbiamo sicuramente un gran bel mezzo – afferma il romagnolo – anche se ci sarà tanto da lavorare. L’obiettivo sicuramente è quello di arrivare sul podio.”

E se Pasini mostra grande fiducia, non da meno lo è Simone Corsi, che lo scorso anno ha dimostrato di essere il pilota più veloce del team: “Anche se la scorsa stagione sono stato quello meglio classificato – analizza Corsi - resta il rammarico per non aver raggiunto i risultati sperati. Sono però contento di essere rimasto in Forward, così come di sentire la fiducia di Gianni Cuzari e di tutto il team”.

L’obiettivo del 2014 è lo stesso del compagno di squadra: “Sicuramente vogliamo vincereammette il pilota romanoo almeno cercare di arrivare a podio il più possibile. Abbiamo fatto una scelta diversa rispetto a tutti gli altri team – prosegue – optando per la FTR. In passato ho già corso con questa moto e la Casa costruttrice ci darà una gran mano per lavorare e sviluppare”.

Forward cambia, non solo moto ma anche piloti. Senza lo spagnolo Ricky Cardus e il sanmarinese Alex De Angelis, quest’ultimo passato al team Tasca Racing, Cuzari punta tutto sul romagnolo e il laziale: “E’ un progetto molto più ridimensionato rispetto allo scorso anno – conclude Corsi – penso sia giusto così. Con quattro piloti si hanno idee più divergenti e diventa molto più difficile seguire una sola strada. Così invece sarà molto più facile, inoltre con Mattia c’è un grande feeling, sia dentro che fuori dal circuito”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti