Tu sei qui

Doriano Romboni: il saluto dei piloti

Da Biaggi, Hayden e Melandri ai giovani della Moto3. La rete ricorda Doriano

Forse a causa della sua natura di nicchia, o per il pericolo che ne accompagna ogni espressione, il motociclismo instaura una fratellanza tra i suoi praticanti, un rispetto che trascende ogni rivalità o antipatia personale. Figurarsi nel caso di Doriano Romboni, uno degli ex-piloti più stimati, da diverse generazioni di addetti ai lavori, nei paddock del motomondiale e, più recentemente, Superbike. A testimoniarlo, i ricordi condivisi dai piloti sulla rete.

"Addio Rombo di Tuono, compagno di numerose battaglie in pista – ha twittato Max Biaggi – Il tuo ricordo rimarrà per sempre. Uno vero!".

Tra quelli della "vecchia guardia", ha offerto un bel ricordo anche Nicky Hayden, che ha scritto: "Lo avevo visto vincere la gara di Laguna Seca con la 250. I miei pensieri vanno a famiglia e amici. Riposa in pace Doriano". Poche parole ma una foto (in bianco e nero) carica di significati, quella diffusa da Gigi Soldano, con una didascalia semplice: "Gli anni più belli".

Le imprese di Romboni sono in realtà note anche a piloti più giovani. "Mi pare incredibile – ha commentato Alvaro Bautista Il mio primo casco era una replica del suo". Tra i centauri della MotoGP, anche Cal Crutchlow e Pol Espargaró hanno espresso le proprie condoglianze.

"Non ti conoscevo di persona, ma da piccolo ho sempre guardato le tue gare", è il pensiero mandato da Simone Corsi. Secondo Tito Rabat la scomparsa del pilota ligure è "un duro colpo per il motociclismo", mentre per Mattia Pasini è un "destino infame".

Preziose anche le testimonianze condivise dai più giovani, che hanno conosciuto Romboni nei panni, vestiti con successo da alcuni anni a questa parte, di mentore."A ripensare a come ti ho conosciuto la prima volta ancora mi viene da sorridere – ha scritto Niccolò Antonelli Siamo venuti qua per divertirci tutti insieme… Non ci sono parole per quello che è successo". Pensieri simili anche da parte di Maverick Viñales, Alex Rins, ed Alex Marquez.

Non mancano poi i commenti dal mondo della Superbike. "Grande uomo che che pilotava la moto come pochi altri – sono le parole usate da Marco Melandri Hai saputo farmi capire come si doveva correre con cuore". "Una tragedia, il destino è una m…", ha aggiunto Loris Baz. "Grande uomo, grande pilota", il terso messaggio di Federico Sandi.

La sua indole cortese e gioviale, oltre alle generose gesta sportive, avevano fatto di Romboni una persona cara a tutti. Come si può evincere dalle righe condivise sopra, davvero non si tratta di un luogo comune. Godspeed Doriano...

Articoli che potrebbero interessarti