Tu sei qui

SBK, Test: Super Sykes, Melandri insegue

Conclusa la tre giorni di Jerez, Tom da record, passi avanti per la Ducati

Anche per la Superbike è arrivato il tempo delle vacanze e a Jerez le moto sono entrate per l’ultima volta ai box. Il campione del mondo l’ha fatto da par suo, facendo segnare il miglior tempo in 1’39”8. L’inglese della Kawasaki non solo è stato l’unico a girare sotto il muro del 1’40” ma ha abbassato di circa 8 decimi il tempo della Superpole di Laverty nell’ultima gara della stagione e tenuto a debita distanza (9 decimi) il compagno di squadra Baz.

"Abbiamo fatto un po' di tutto durante questo test e le sensazioni sono ottime – il commento di Tom Sykes - Abbiamo testato nuovamente delle componenti già provate in precedenza, per capire se sono in grado di fare la differenza, specialmente sulla distanza di gara, e devo dire che i risultati sono stati incoraggianti. La Ninja ZX-10R fa bene il suo dovere anche su una pista come Jerez, che non è la migliore per noi e questo dimostra il grande passo fatto sul pacchetto a nostra disposizione".

Davide GiuglianoSe nessuno è riuscito a contrastare Tom, Marco Melandri ha proseguito il suo lavoro di affiatamento con l’Aprilia chiudendo la terza giornata di prove in seconda posizione, davanti a Baz e alla sorpresa Alex Lowes, al suo debutto con la Suzuki. Buoni tempi anche in casa Ducati, Chaz Davies ha piazzato la sua Panigale al 5° posto con il riferimento di 1’41”3, appena un decimo più lento di un decimo Davide Giugliano.

Il settimo tempo è stato invece appannaggio della prima EVO, la Kawasaki di David Salom, che ha chiuso con un ritardo di un secondo da Melandri, il primo degli ‘umani’ in pista. Più fatica per Laverty sulla Suzuki e le due Honda di Haslam e Rea. “Abbiamo fatto molta fatica – non ha nascosto JonathanE' difficile identificare una causa precisa ai nostri problemi, ma sento che il carattere del motore è un po' troppo aggressivo, e questo influisce non poco su una pista così guidata. Abbiamo qualche nuova strategia da implementare per il prossimo test di gennaio, che dovrebbe aiutarci”.

I TEMPI

1. Tom Sykes (Kawasaki) 1'39”8

2. Marco Melandri (Aprilia) 1'40”7

3. Loris Baz (Kawasaki) 1'40”7

4. Alex Lowes (Suzuki) 1'41”1

5. Chaz Davies (Ducati) 1'41”3

6. Davide Giugliano (Ducati) 1'41”4

7. David Salom (Kawasaki EVO) 1'41”6

8. Eugen Laverty (Suzuki) 1'41”7

9. Leon Haslam (Honda) 1'41”9

10. Jonathan Rea (Honda) 1'41”9

11. Jeremy Guarnoni (Kawasaki EVO) 1'42”3

12. Alex Hofmann (Aprilia) 1'42”7

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti