Tu sei qui

MotoGP, Brivio: fiducia in Rossi, è carico

"Navigatore per colpa di Graziano". Uccio: "da piccolo ai rally invece che alle partite di calcio"

Rally che passione. Già, proprio così. Se per Valentino Rossi il Rally di Monza è l’appuntamento fisso di fine stagione, da qualche anno lo è diventato anche per il team manager Suzuki, Davide Brivio. Insieme al fratello Roberto, da quattro anni i “Brivio Brothers” fanno coppia fissa al gara brianzola. Davide alle note, Roberto al volante. La giusta occasione per divertirsi e far divertire, come lui stesso sottolinea: “è sempre una grande emozione essere qua a Monza, inoltre è fantastico sfidare campioni delle quattro ruote, così come i compagni di squadra Rossi e Uccio, con i quali ridiamo e scherziamo durante la gara”. Una passione, quella dei rally, trasmessa da Graziano Rossi, che lo convinse quasi dieci anni fa a salire in auto al suo fianco: “è stato proprio il papà di Vale a farmi innamorare di questa specialità – spiega Brivio – ricordo ancora quando nel 2004 mi ingaggiò come suo navigatore. Negli anni ho continuato a rimanere a stretto contatto con questo ambiente, seguendo Giandomenico Basso e ora eccomi qua a fare coppia con mio fratello”.

Per questo weekend lo vedremo indossare la tuta da rallista, in attesa di fare ritorno alle due ruote. Nonostante sia tempo di vacanze, il team manager ha già la mente proiettata ai test invernali della Malesia con la Suzuki: “Sepang sarà un importante banco di prova per la nostra squadra, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo della moto. Sulla componente meccanica penso siamo abbastanza competitivi – afferma Brivio - ci sarà invece molto da lavorare per quanto riguarda l’elettronica, visto il passaggio della centralina da Mitsubishi a Marelli. Proveremo la Suzuki il giorno successivo ai Gran Premi e quindi non potremo confrontarci direttamente con gli avversari in assetto gara. Nonostante questo handicap abbiamo ancora un anno di tempo a disposizione, prima dell’esordio del 2015, e quindi ci sono tutte le possibilità per lavorare e fare bene”. Pronostici per la prossima stagione? “Vedo Marquez e Lorenzo favoriti. Inoltre, se Pedrosa dovesse trovare la giusta costanza, sono convinto potrà ambire al titolo”. E Valentino? “Per Rossi sono abbastanza fiducioso, lo vedo molto carico e determinato, sono convinto riuscirà ad accorciare il gap dai tre spagnoli”.

Valentino Rossi, 'Uccio' Salucci e Roberto BrivioA tenere banco nel box di Valentino è la lotta Brivio-Salucci. L’inseparabile amico del “Dottore” non poteva mancare alla gara brianzola: “Questo è il momento che aspettiamo tutto l’anno – spiega Uccio – perché giunge al termine della stagione e quindi abbiamo modo di scaricare la tensione e stare al fianco dei nostri tifosi”. A vedere dai risultati Salucci sembra aver preso già confidenza con la vettura, tanto che al termine della tappa di ieri la sua Ford Fiesta occupava la sesta posizione in classifica: “guidare questa vettura è davvero uno spettacolo – afferma il pesarese – sono molto soddisfatto di quanto fatto nel primo giorno, anche perché durante l’anno guido il camion e quindi c’è una bella differenza”. La passione per le corse di Uccio è innata, come lui stesso sottolinea: “devo ringraziare i miei genitori, che quando ero piccolo mi portavano a vedere i rally e le auto, anziché le partite di calcio. Se sono qua oggi devo essere grato a loro”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti