Tu sei qui

News Prodotto, Kawasaki mostra un 'Batpod' a Tokio

Salone di Tokio: un tre ruote futuristico ed un motore turbo per Akashi

Il Vecchio Continente ha ancora negli occhi tutte le novità che l'ultimo salone Eicma di Milano ha proposto, ma non per questo le principali case motociclistiche hanno fermato la loro vena nel presentare idee e nuovi concetti per la mobilità del futuro.

Sopratutto le quattro grandi sorelle giapponesi hanno voluto esprimere il proprio potenziale nel loro salone casalingo, il Tokio Motor Show, rassegna importantissima nel Sol Levante per il mondo dei motori. Kawasaki, dopo il lancio del proprio scooter J300 e della cattivissima naked Z1000 ha riservato per i propri connazionali due novità assolute, che si distaccano completamente rispetto a quanto proposto finora.

Partiamo da una prima novità riguardante un motore turbocompresso, un quattro cilindri in linea su cui però vige ancora il più assoluto riserbo. L'attenzione però è stata calamitata da un nuovo concept, decisamente fuori dagli schemi e dai canoni tradizionali, chiamato J Concept. Stiamo parlando di un'idea riguardante sempre la mobilità urbana (non a caso la sigla J), ma questa volta si tratta di un multi ruote. Attenzione però, perchè se finora sempre più case si stanno affacciando a questo concetto di mobilità - basti pensare solo all'ultima novità Yamaha, il Tricity - in questo caso la rivoluzione sarebbe ben più profonda.

Tre o quattro ruote innanzitutto, non è dato saperlo con certezza. Si tratterrebbe di un mezzo con quattro ruote basculanti, ma gli pneumatici posteriori sarebbero in realtà due mezze gomme. Inoltre, la loro estrema vicinanza renderebbero la sezione totale assimilabile ad un concept a tre ruote. Ciò che più stupisce però è sicuramente l'assenza di un manubrio, sostituito da due leve che ricordano il famoso Batpod visto negli ultimi due film della triologia di Batman firmata Christopher Nolan. La motorizzazione di questo concept è elettrica. Ulteriori notizie in merito però non ve ne sono, ma rimarremo collegati per saperne ancora di più.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti