Tu sei qui

MotoGP, Test: Marquez 1°, Hayden sulla Honda PR

UPDATED. I TEMPI ALLE 14. Risale Lorenzo, Pol meglio di Aleix Espargaro

Il campione del mondo si è dimostrato molto mattiniero e, dopo avere applicato il numero uno sul parafango della sua Honda, Marc Marquez è stato uno dei primi piloti a scendere in pista a Valencia nel secondo giorno. Sulla RC213V 2014 ha subito piazzato il migliore tempo, abbattendo la barriere del 1’31” e fermando il cronometro sul 1’30”679. A ‘guardargli le spalle’ il compagno di squadra Dani Pedrosa, a tre decimi e mezzo dal suo riferimento.

I piloti Yamaha, che avevano preso parte ai test già ieri a differenza di quelli Honda, hanno aspettato un po’ di più prima di uscire dai box. Jorge Lorenzo è il migliore sulla M1, terzo posto per lui a 15 millesimi da Dani e due decimi più veloce rispetto al tempo di ieri. Più attardato invece Valentino Rossi, al momento solo 7 e più lenti di tre decimi rispetto a ieri.

Aleix Espargaró sulla Yamaha OpenDavanti al Dottore si sono piazzate le due Honda di Bautista e Bradl e la Yamaha di Smith. Bradley sta provando il telaio a disposizione dei piloti ufficiali in questa stagione e ha in programma due simulazioni di gara per oggi. Migliore delle Ducati, è quella di Andrea Iannone, 8° a 1”732, dietro di lui per un decimo mezzo Dovizioso e poi Crutchlow, che sta continuando l’apprendistato sulla Rossa.

Lo stesso sta facendo Pol Espargaro sulla M1, 11°. Per la prima volta in pista con la Honda Productione Racer Nicky Hayden, 14° e staccato di quasi tre secondi. In pista oggi ancora una volta Mike Di Meglio, sulla FTR del team Avintia, mentre Randy De Puniet è nel box PBM sulle Art. Si è appena aperto, invece, il box Forward, e Aleix Espargaro sta facendo i primi giri sulla Yamaha Open.

AGGIORNAMENTO. Prima della pausa pranzo tutti i piloti sono scesi con Edwards, ultimo a salire in sella, sulla Yamaha Open. Il miglior tempo è ancora nelle mani di Marc Marquez, ma gli si è avvicinato Jorge Lorenzo. Il maiorchhino ha portato la sua M1 a due decimi e mezzo dalla Honda del campione del mondo, scendendo anche lui sotto il 1'31". Dietro le RCV di Pedrosa, Bautista e Bradl, mentre Rossi è ancora 6° e non ha migliorato il proprio crono.

Alle sue spalle, Bradley Smith davanti ad Andrea Iannone, che ha provato il nuovo cupolino collaudato ieri da Dovizioso, migliore dei ducatisti e staccato di 1"301.  Ad appena un decimo dall'italiano, c'è Pol Espargaro che dimostra di adattarsi in fretta alla MotoGP e alla M1, con un ritardo contenuto sotto il secondo e mezzo. Il debuttante spagnolo, per il momento si è messo dietro le Rosse di Dovizioso, Crutchlow e Hernandez.

Tredicesima posizione per Aleix Epsargaro, anche lui sulla Yamaha, ma in versione Open. Diciotti giri per lui e il migliore in 1'32"847, il ritardo è di 2"168 ma è davanti alla PR di Honda, che nelle mani di Hayden non è riuscita a scendere sototo il 1'33"023.

I TEMPI ALLE 14


I TEMPI ALLE 12

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti