Tu sei qui

MotoGP, Galbusera: Yamaha? Una famiglia vincente

UFFICIALE: sarà lui il nuovo capo-tecnico di Rossi. Meregalli: "Grande rispetto per lui"

Come avevamo anticipato, Silvano Galbusera affiancherà Valentino Rossi in qualità di capo-tecnico, rimpiazzando Jeremy Burgess, uomo con il quale il "Dottore" ha diviso il box in quattordici stagioni.

Galbusera non è nuovo né al mondo della MotoGP – ha lavorato in passato con Gilera e Cagiva – né alla Yamaha, per la quale ha seguito piloti come Troy Corser, Noriyuki Haga, Cal Crutchlow, Ben Spies in qualità sia di capo-meccanico che di direttore tecnico. Nelle ultime stagioni aveva seguito Marco Melandri in BMW ma, con l'approdo del ravennate in Aprilia (che ha già un nutrito team interno), la sua agenda si è liberata.

"Vorrei ringraziare Yamaha e Valentino per l'opportunità di lavorare con un gruppo di successo e così alto livello – ha detto GalbuseraSono felice di tornare a far parte della famiglia Yamaha, e farlo con una squadra vincente è sempre il massimo".

In realtà Galbusera e Rossi hanno diviso il box a Misano nel 2010 (vedi foto), ad un mese dall'infortunio del "Dottore" al Mugello, per mettere alla prova le condizioni della gamba e spalla del pilota con una Yamaha R1 Superbike.

"È bello dare il bentornato a Silvano – ha aggiunto il direttore del team, Massimo "Maio" MeregalliHo lavorato con lui per dieci anni, ed ho il massimo rispetto per le sue abilità e la sua esperienza. Avrà bisogno di tempo per adattarsi alla MotoGP, ma non ho dubbi sulla sua capacità di guidare la squadra di Valentino nel 2014. È stato un piacere lavorare con Burgess. Da parte di tutta Yamaha, voglio esprimergli la nostra gratitudine per i tanti successi e le preziose nozioni con le quali ha contribuito".


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti