Tu sei qui

FP2: la Moto2 si guarda allo specchio

Valencia: Top 5 invariata rispetto al mattino. Espargaró ancora leader

La seconda sessione di prove libere della Moto2 a Valencia non ha riservato sorprese al vertice. Le prime cinque posizioni della classifica dei tempi sono infatti state occupate nello stesso ordine e dagli stessi piloti già sugli scudi durante la FP1, con Pol Espargaró a fare nuovamente da capo branco con un 1'35.548, un decimo più veloce rispetto al primo turno di prove.

Lo spagnolo, ancora il punto di riferimento sul ritmo con 10 giri sotto 1'36, ha preceduto  Tito Rabat (+ 0.142) e Thomas Luthi (+ 0.426). Duello tutto interno al team Forward per le ultime due posizioni della Top 5, con Alex De Angelis a precedere nuovamente, ma solo sul filo di lana, il compagno di squadra Simone Corsi. Come nella prima sessione, i due hanno accusato quattro decimi di distacco, ed al momento i tempi sul giro appaiono piuttosto stabili.

Poche novità anche alle loro spalle, dove Jordi Torres, Mika Kallio, Nico Terol, Xavier Simeon e Julian Simon si scambiano qualche posizione, mentre alla leggera risalita di Takaaki Nakagami fa da contraltare l'uscita di Zarco, dodicesimo, dalla Top 10. I primi quattordici piloti rimangono comunque separati da soli nove decimi.

Tredicesimo tempo, come nella FP1, per Mattia Pasini. Il romagnolo ha limato però un paio di decimi al proprio ritardo, chiudendo a + 0.852. Quindicesimo e ancora alle prese con il dolore Scott Redding (+ 1.203) che sta comunque onorando fino in fondo il proprio impegno con il team Marc VDS (ringraziato "sulla pelle") prima di passare sulla RCV1000R del team Gresini in MotoGP.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti