Tu sei qui

MotoGP, Ducati: a Valencia fra addii e speranze

Dovizioso: "pista migliore per la D16 ma non mi piace". Hayden: "io invece mi diverto"

Valencia sarà la gara degli addii per il team Ducati. L’ultimo GP per Nicky Hayden sulla Rossa, dopo cinque anni insieme, che da lunedì sarà in sella alla Honda Production Racer. L’ultimo anche per Vittoriano Guareschi alla guida del team, che si prepara a iniziare una nuova avventura nella squadra di Valentino Rossi in Moto3. Sarà anche l’ultima volta per la Desmosedici GP13, modello derivato strettamente dal precedente che non ha ottenuto risultati di rilievo nel corso della stagione. Il giorno dopo la gara inizierà la nuova stagione, con Cal Crutchlow come nuovo acquisto e la voglia di chiudere definitivamente con il passato.

Tornando al Gran Premio, Andrea Dovizioso si mostra cautamente ottimista: “Valencia dovrebbe essere per noi una pista migliore rispetto alle ultime in cui siamo stati. Certo dipende sempre dal tempo, che in questo periodo dell’anno è particolare, però credo che sia una pista un po’ più adatta alla nostra GP13 perché c’è più grip e l’asfalto è abbastanza nuovo, e quindi dovremmo andare un po’ meglio. Poi dopo la gara vedremo cosa ci sarà da provare durante i tre giorni di test. Il mio rapporto con questo circuito in ogni caso non è fantastico. Ho dei buoni ricordi della gara del 2011 quando ho battuto Dani per il terzo posto in campionato, ma non mi piace molto come pista, e non credo di essere l’unico a pensarla così”.

Nicky Hayden ricorda i due podi a Valencia, ma anche i due ritiri nelle ultime edizioni. “Ho degli ottimi ricordi – dice - Alcune persone pensano che la pista sia troppo stretta per la MotoGP, ma a me piace così. E’ molto divertente, e nel passato per la Ducati è sempre stata abbastanza favorevole. Il nuovo asfalto ha molto grip ed è piuttosto liscio, e per noi va bene. Vedremo come saranno le condizioni climatiche. E’ l’ultima gara dell’anno, e anche se sappiamo che sarà difficile ottenere dei buoni risultati, ci impegneremo al massimo, cercheremo di divertirci e finire la stagione nel miglior modo possibile”.

Vittoriano Guareschi si prepara ai saluti: “questa è l’ultima gara del campionato, l’ultima gara di Nicky con noi, dopo cinque anni, e anche la mia ultima con Ducati. Valencia è un tracciato dove, date le sue caratteristiche e i tanti ‘stop-and-go’, la nostra moto funziona abbastanza bene, quindi potrebbe essere un’occasione per concludere la nostra avventura e salutarci con una bella gara. Aggiungo inoltre che Valencia è la pista dove è iniziato il mio rapporto con la Desmosedici nel 2002 e sarà anche dove si concluderà questo ciclo, pieno di tanti ricordi degli ultimi tredici anni passati in Ducati”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti