Tu sei qui

MotoGP, Dovi: Guareschi? Poco ascoltato da Ducati

"Avrebbe potuto fare di più per la MotoGP, ma non glielo hanno permesso"

L'arrivo del sole a Motegi non ha portato bene a Ducati, che aveva piazzato Nicky Hayden ed Andrea Dovizioso rispettivamente in prima e seconda fila nelle qualifiche bagnate di ieri. Su pista asciutta, le D16 hanno reiterato i soliti problemi, relegate ancora una volta ai margini della Top 10 in un lotta casalinga che fa spuntare sul volto dei suoi piloti un sorriso amaro, ma tant'è.

"In gara c'è stata la solita battaglia contro Hayden, come molte altre volte quest'anno – ha sentenziato, sconsolato, Andrea Dovizioso Dopo la sessione del mattino mi aspettavo qualcosa di più, o meglio, di meno, in termini di distacco".

Hai guidato a lunga la truppa Ducati, ma hai chiuso alle spalle di Nicky in decima posizione. Che cosa è successo?

"Ero costante, ed ho fatto il ritmo davanti a lui per tutta la gara, poi ho fatto un errore in frenata, perché non avevano dato bandiere blu ai doppiati davanti a me. Non è colpa loro, non potevano sentirci, ma forse la Direzione di Gara era più concentrata sui primi tre. Così ho perso la posizione da Hayden, comunque era difficile essere impeccabili nonostante i dischi maggiorati".

Credi che a Valencia possa andare in qualche modo meglio?

"Non c'è molto da dire. Quest'anno abbiamo un gap importante su ogni pista,  a prescindere dalla natura del tracciato, quindi non credo che per l'ultimo GP cambierà qualcosa. L'importante è lavorare bene dopo Valencia, nei test e durante l'inverno".

Dacci un pronostico per la lotta per il titolo…

"Lorenzo lo vedo molto competitivo, è in gran forma e la pista potrebbe essergli favorevole. Ma lui e Marquez non partono alla pari. Marc attacca sempre, ma può gestire la situazione senza mettersi nei casini. C'è già chi lo critica per questo, ma ha fatto molte più cose buone che errori. Complimenti comunque a Lorenzo, che sta facendo qualcosa di speciale, nessuno lo può battere con una Yamaha".

Come giudichi la perdita di Vittoriano Guareschi?

"Non so se vada rimpiazzato o meno, ma mi dispiace tantissimo. Anzi, di più. Abbiamo un ottimo rapporto, conosce bene tutto quello che è successo in Ducati in MotoGP, ed avrebbe potuto dare molto per migliorare questa situazione, ma non gli è stata data l'opportunità e credo abbia deciso di cambiare perché non si sente realizzato e non può fare quello che ritiene giusto. È assolutamente poco ascoltato".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti