Tu sei qui

MotoGP, Marquez: casco e accuse di razzismo

Polemiche degli anglosassoni sulla grafica. Marc: "è un segno di amicizia"

Sembra non ci sia pace per Marc Marquez e che ogni occasione sia buona perché entri nell'occhio del ciclone (questa volta metaforico). Questa volta la causa è stata la grafica del casco realizzata per il GP di Motegi. I colori dominanti sono il rosso e il bianco della bandiera del Giappone e sul retro il catalano è rappresentato sotto forma di fumetto. Con le dita si tira il bordo degli occhi in modo da avere dei tratti asiatici. E' proprio questo gesto ad avere urtato la sensibilità dei giornalisti anglosassoni, che lo interpretano come segno di razzismo.

Marquez è cascato dal celebre pero, pensando di avere avuto al contrario un pensiero carino. "Abbiamo deciso di fare una nuova grafica per questo GP perché lavoro con molti giapponesi e mi sento vicino alla loro sensibilità e alla loro cultura - spiega - Mi identifico con la loro mentalità e mi faceva piacere dimostrarglielo".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti