Tu sei qui

SBK, Aprilia consegna al padre la 58 del Sic

Paolo Simoncelli ha ritirato la RSV-4 usata da Marco ad Imola Superbike

Si è svolta oggi nel reparto corse Aprilia Racing di Noale la consegna alla Fondazione Marco Simoncelli della Aprilia RSV4 Superbike con la quale il campione di Coriano disputò, ad Imola nel 2009, la sua unica gara nel Campionato Mondiale SBK.

A ritirare la V4 numero 58, come già accaduto con la Gilera 250 iridata donata alla Fondazione dal Gruppo Piaggio, è stato Paolo Simoncelli, padre di Marco e Consigliere Tecnico della Fondazione.

La RSV4 Superbike affidata da Aprilia alla Fondazione andrà ad arricchire il Museo di Coriano dedicato a Marco.

Quando Marco Simoncelli si presentò a Imola, come wildcard, era Campione del Mondo nel Mondiale GP 250. Il pilota di Coriano aveva dominato la stagione 2008 con la sua Gilera 250 ed era in piena battaglia per la riconquista del titolo quando debuttò in sella alla Superbike veneta, come wildcard e avendo effettuato un solo test. Marco stupì tutti gli appassionati con un esordio di livello assoluto.

Il Campione del Mondo 250 dimostrò da subito di poter lottare contro i migliori della classe, concludendo il suo percorso di apprendistato su una moto potente e difficile come la V4 veneta nelle gare di domenica. Dopo essere scivolato mentre si trovava in bagarre nel gruppo di testa in Gara1, Marco condusse la sua RSV4 numero 58 sul terzo gradino del podio in Gara2, un piazzamento straordinario, conteso sino all’ultimo giro ad avversari talentuosi ed esperti conoscitori del Mondiale SBK.

Fu un risultato eccezionale che dimostrò la perizia e il coraggio di Marco Simoncelli anche alla guida di una potente 4T da 1.000 cc che mai aveva condotto in gara prima di allora.

“Le immagini di Imola 2009 sono sicuramente negli occhi di tutti gli appassionati – ha commentato Romano Albesiano, Responsabile Aprilia Racing – vedere un pilota giovane, al debutto, su una moto per lui praticamente sconosciuta e in un Campionato SBK che non è certo dei più semplici, lottare da subito con i migliori della classe è una conferma del grandissimo potenziale di Marco. Dopo la Gilera 250, con la quale vinse il Campionato del Mondo 2008, anche questa RSV4 merita di andare alla Fondazione Marco Simoncelli, quale simbolo e ricordo di uno dei più bei talenti nel mondo del motociclismo sportivo”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti