Tu sei qui

SBK, UFFICIALE: Ducati-Alstare, è rottura

Crisi di sponsor e risultati. Batta: "non ho basi solide per il 2014"

La notizia aleggiava nel paddock da qualche settimana, ed a nulla sono serviti gli ultimi tentativi di rammendare un rapporto ormai logoro: Ducati ed il team Alstare si separano con un anno di anticipo. A pesare sulla rottura, la perdita di uno dei main sponsor ed i risultati non certo entusiasmanti della Panigale in SBK (un solo podio, con il terzo posto di Badovini a Mosca).

"Affrontare il 2013 è stato per me uno sforzo enorme e non avendo delle basi solide per il 2014 preferisco non prendere rischi che potrebbero compromettere la possibilità di andare avanti per tutta la stagione – ha detto Francis BattaRingrazio Ducati per la fiducia che mi ha dato e le auguro di tornare presto al successo che merita. Sono molto triste perché la sfida cominciata lo scorso novembre è stata per me un importante stimolo per ricominciare dopo lo stop di un anno ma purtroppo quest’anno i risultati non sono arrivati".

"Mi dispiace che un’operazione iniziata con grande ottimismo si concluda anzitempo senza aver dato i risultati che tutti speravamo – la replica di Ernesto Marinelli, responsabile del progetto SBK per Borgo Panigale – È stato un anno molto difficile dal punto di vista sportivo, ma sono convinto che abbia comunque portato una crescita ad entrambi e creato delle solide basi su cui proseguire per crescere e migliorare".

"In questi mesi trascorsi insieme ho avuto conferma che il Team Alstare è composto da persone di estrema competenza, con cui spero di poter lavorare ancora in futuro – ha aggiunto Marinelli – Un ringraziamento, mio personale e a nome di tutta l’azienda, a Batta per tutti gli sforzi che ha fatto quest’anno impegnandosi, come è nel suo stile, sempre al massimo".

A onor del vero, i rapporti tra l'ingegnere ed il manager belga non sono mai stati idilliaci, ed è speso mancata coesione sulle necessità di sviluppo ed aree da migliorare. Per Ducati, il problema era rappresentato principalmente dai piloti. Per Batta, dalla moto. Resta ora da definire il prossimo passo del team Alstare. Voci di corridoio parlano di una trattativa in corso per schierare due Aprilia (da affidare possibilmente a Eugene Laverty e Toni Elias).

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti