Tu sei qui

SBK, Stk: Nocco verso la Moto2 con SpeedUp

Il salentino potrebbe affiancare Lowes. Morbidelli promosso in WSS con Kawasaki

Franco Morbidelli ed Alessandro Nocco, piloti del Team Italia nel campionato Europeo Stk600, hanno chiuso la stagione rispettivamente in prima e seconda posizione, affermandosi come due dei talenti più promettenti tra le derivate di serie. Raccolto quanto possibile a livello europeo, è giunto il momento di puntare ad un palcoscenico internazionale.

Morbidelli, 19enne nato a Roma ma residente a Tavullia, erediterà la Kawasaki preparata dal team Puccetti Racing in Supersport quest'anno per Riccardo Russo, la stessa moto che ha provato due giorni fa a Jerez prima di volare alla volta del Giappone per la seconda gara in Moto2 in con il team Gresini. Russo, giunto alla fine del consueto periodo biennale all'interno della struttura della FMI, è a sua volta in trattativa per rimanere in Supersport con diversi team: Yakhnich (dove potrebbe passare a MV Agusta, anche se ParkinGo è ancora sotto contratto con la Casa di Schiranna), Lorenzini (Kawasaki) e Lorini (Honda). Possibile anche un salto alla cilindrata piena nella Stock1000, dove ci sono trattative in corso con il team Barni, dal quale dovrebbe liberarsi il posto del vice-campione Niccolò Canepa, intenzionato a tornare in SBK.

Chi sembra invece destinato ad abbandonare le derivate di serie è Alessandro Nocco. Il 16enne salentino, autore di tre vittorie (più di ogni altro in campionato) nonostante fosse un debuttante, ha attirato su di sé diversi sguardi anche dalla platea del motomondiale. Il suo passaggio in Moto2 sembra sempre più probabile, e lo porterebbe alla SpeedUp del team di Luca Boscoscuro, che ha già messo sotto contratto il campione della WSS Sam Lowes.

A prendere il posto di Nocco e Morbidelli in Stk600, sono in ballottaggio Andrea Tucci, Federico Caricasulo, e Fausto Mincione.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti