Tu sei qui

News Prodotto, 1199 Superleggera: 200 cavalli esclusivi

155 chili di peso, telaio in magnesio, telaietto e carena in carbonio

Attesa, bramata, rincorsa tra voci di corridoio e foto-spia in giro per la rete: Ducati ha svelato ufficialmente la sua 1199 Superleggera, la Superbike più potente esistente in commericio. Nuda e cruda, senza compromessi e dotata della massima tecnologia pensabile su due ruote. Da Borgo Panigale, un gioiello prestazionale pronta a segnare nuovi limiti tra i cordoli di tutto il mondo. Per vederla dal vivo non dovremo far altro che attendere il prossimo Salone Eicma 2013.

EDIZIONE LIMITATA DA 66.000 EURO - La 1199 Superleggera sarà cotruita in soli 500 pezzi esclusivi, con un prezzo pari a 66.000 euro. Tanti invero, ma giustificabili con quanto offerto da questo mezzo a livello tecnico e componentistico. Una moto talmente esclusiva che, dei 500 pezzi iniziali, solo circa 125 sono rimasti ancora invenduti.

Da Borgo Panigale infatti, è partita una novità  sotto il punto di vista della commercializzazione. Ad una elitaria cerchia di clienti, è stato inviato l'accesso e la password ad un minisito dedicato, chiamato Project 1201, dove si poteva vedere, ed eventualmente prenotare il proprio esemplare. Le consegne comunque, arriveranno entro luglio 2014.

TECNOLOGIA E MATERIALI SOPRAFFINI - cominciamo subito da un primo dato tecnico: 155, come i chilogrammi sulla bilancia misurati per questa Superleggera. Il motivo è da ricondursi alla scelta di adottare un telaio monoscocca in magnesio, i cerchi Marchesini forgiati in magnesio, un telaietto posteriore portante in fibra di carbonio, ed una carenatura anch'essa interamente in carbonio.

La cura per i dettagli è stata altrettanto fondamentale. Basti pensare che a Borgo Panigale si è arrivati a montare il nuovo ammortizzatore Ohlins TTX36, con la molla in titanio, e la forcella anteriore Ohlins FL916, con i piedini ricavati dal pieno. Perfino la batteria è stata oggetto di studio: la Superleggera è dotata di un esemplare agli ioni di litio. Dulcis in fundo, l'impianto di scarico è interamente in titanio. Cura dei particolari e dovizia per i dettagli che si mostra anche nel numero progressivo della serie, stampato sulla piastra di sterzo con la tecnica della fotoincisione.

Capitolo freni: mantenute le ottime pinze Brembo M50 con dischi da 330mm, è stata sostituita però la pompa al manubrio, una MCS 19.21 con interasse regolabile e regolazione remota della distanza alla leva. Quasi inutile dire che il kit catena con passo 520 monta una corona in ergal!

MOTORE: OLTRE 200 CV - La base del motore della 1199 Superleggera è il Superquadro montato sulla 1199 R. Un propulsore di per se già evolutissimo, con valvole di aspirazione e bielle in titanio. In questa versione esclusivissima, sono state inserite valvole di scarico in titanio e, prima volta assoluta su un motore stradale di Borgo Panigale, pistoni con due segmenti. Un lavoro certosino e meticoloso che ha portato anche alla modifica delle camere di combustione con un disegno nuovo del cielo dei pistoni, che ha permesso un aumento del rapporto di compressione, arrivato a 13,2:1. Pastiglie in tungsteno poste sui contrappesi hanno equilibrato ancor di più l'albero motore.

Tutte novità e affinamenti che permettono alla 1199 Superleggera di sforare il fatidico muro dei 200 cavalli, in configurazione stradale. Già, perchè per questo esemplare è previsto un ulteriore Kit Racing per uso pista, fornito separatamente insieme alla moto. Con questo ulteriore intervento, la Superleggera perde ulteriori 2,5 chilogrammi, aumentando al contempo la potenza di ulteriori 5 cavalli. Questo grazie allo scarico sportivo di casa Akrapovic in titanio, con silenziatore e collettore 2 in 1, ad un plexiglass più grande, e, a corredo, un telo coprimoto dedicato, un cavalletto anteriore e posteriore, tappi sostutitivi degli specchi ed un apposito kit di rimozione del portatarga e del cavalletto laterale.

ELETTRONICA PIU' AVANZATA - Ovviamente è stato implementato il già eccellente pacchetto elettronico, con un nuovo sistema di controllo dell'impennata Ducati Wheelie Control, e introducendo una Piattaforma Inerziale. Ora, Il DTC (Ducati Traction Control), il sistema di controllo dell'impennata DWC ed il sistema Engine Brake Control EBC sono ottimizzati dal sistema di calibrazione automatica della dimensione degli pneumatici e dal rapporto di trasmissione finale. Assolutamente immancabile anche il sistema di analisi dei dati telemetrico, il DDA+, figlio diretto delle competizioni.

La livrea? Ovviamente non poteva che riprendere i colori del team Ducati Corse Motogp. Noi vi lasciamo alla nostra gallery e al video che Borgo Panigale ha diffuso. Cosa ne pensate di questa versione iper-esclusiva della 1199? Dite la vostra sulla nostra pagina Facebook

DUCATI 1199 SUPERLEGGERA

 




Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti