Tu sei qui

SBK, BMW: supporto tecnico, solo per EVO

Struttura per dare supporto ai team privati, ma non in configurazione SBK

L'annuncio del ritiro in veste ufficiale parlava di "riallineamento strategico con focus sul lato clienti", e BMW è stata di parola. Ieri sera a Jerez, durante un incontro informale con la stampa, Christian Landerl, vice-presidente esecutivo dello sviluppo per la Casa di Monaco, ha confermato la nascita di una struttura pronta a dare supporto tecnico ed assistenza in pista a squadre intenzionate a schierare i modelli attualmente presenti nel campionato delle derivate di serie (ma non solo a livello mondiale).

Con una postilla: la moto di Monaco nell'attuale configurazione SBK non sarà più presente in griglia dopo oggi pomeriggio. Eventuali spin-off della S1000 RR saranno più vicini al regolamento EVO, soprattutto dal punto di vista del motore. Resta da scoprire se, e chi, opterà per questa moto. La logica farebbe propendere per Feel Racing, struttura con base nel bolognese ed antenna tecnologica di Monaco tra le derivate di serie. L'equipe ha ottimi rapporti con Sylvain Barrier, neo-campione della Stk1000 e wild-card a Jerez in SBK, e potrebbe schierarlo in classe regina con una EVO. Con un nodo da sciogliere: le sorti dell'accordo tra Batta e Ducati verranno decise mercoledì in una riunione tra il patron di Alstare ed i vertici Ducati a Borgo Panigale. In caso di rottura anticipata, potrebbero esserci i presupposti per una nuova partnership tra Feel Racing e Ducati, anche alla luce dell'ingaggio di Chaz Davies. Ma per le certezze bisognerà aspettare ancora qualche giorno.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti