Tu sei qui

SBK, Stk: prima fila da titolo nella 600

Guarnoni poleman nella 1000 davanti a Canepa, Morbidelli nell'Europeo

Jeremy Guarnoni oramai sembra averci preso gusto. Con Sylvain Barrier promosso una tantum - in attesa del 2014 - nella classe regina, il portacolori MRS Kawasaki si qualifica in prima posizione in quest'ultima gara stagionale per la Superstock 1000.

È di 1'45.062 il riferimento cronometrico del francese, che stacca di 42 millesimi di secondo Niccolò Canepa. Il pilota di Genova proverà domani a conquistare la prima vittoria stagionale, dopo un campionato vissuto comunque da grande protagonista. A sottolineare la superiorità della ZX-10R di Akashi in queste qualifiche, ecco la terza posizione di Leandro Mercado (+0.317), la quarta del nostro Andreozzi, alfiere del team Pedercini (+0.357) e la quinta piazza di Lanusse, compagno di squadra di Guarnoni.

Sesta posizione per Reiterberger con la BMW S1000RR HP4 in sostituzione di Sylvain Barrier, davanti a Lorenzo Savadori e Kevin Calia.

Gli altri italiani: 11esimo Bussolotti, 14esimo Massei, 16esimo Grotzkyj Giorgi, 25esimo Butti, 27esimo Dittadi

STOCK 600 PER IL TITOLO - Nelle seconde prove di qualificazione della Superstock 600, occhi aperti ai grandi protagonisti del campionato che in quest'ultima gara si giocheranno il titolo iridato. Non a caso, i primi tre qualificati sono gli stessi protagonisti di questo campionato e, fortunatamente per noi, sono anche italiani. Prima posizione per Morbidelli, seconda per Gamarino, terzo per Nocco. I tre sono staccati complessivamente di 340 millesimi di secondo. Oltretutto per Nocco, la seconda sessione di prove ha segnato anche una caduta senza conseguenze.

1'47.049 il riferimento cronometrico per Morbidelli, 1'47.216 per Gamarino, 1'47.389 per Nocco. Quarta piazza per Smith, davanti a Covena e Mulhauser, mentre Chesaux, ancora matematicamente in lotta per il titolo, chiude in ottava posizione davanti a Dakota Mamola.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti