Tu sei qui

News Prodotto, WSS: Sam Lowes saluta con la Pole

Jerez: seconda posizione per Roberto Rolfo e la MV Agusta

Qualcuno fermi Sam Lowes. Il neo campione del Mondo in carica del campionato Supersport continua imperterrito il suo dominio di questa stagione 2013. Anche a Jerez de la Frontera, l'inglese portacolori Yamaha, ha voluto imporre il suo ritmo, stampando un impressionante 1'43.118, nove decimi meglio del suo riferimento nel primo turno di prove cronometrate, ma sopratutto, quattro decimi meglio del secondo in classifica, il nostro Roberto Rolfo con la MV Agusta F3 675.

Quella del torinese è stata una performance di assoluto valore - 1'43.560 - nonostante ancora alcuni problemi in frenata denunciati dal pilota. Rolfo è riuscito a mettersi alle proprie spalle il grande antagonista della stagione 2013 di Sam Lowes, quel Kenan Sofuoglu, portacolori dedl team Mahi Kawasaki. Per il turco, un riferimento cronometrico con un ritardo di 493 millesimi di secondo dalla vetta. Continua poi a sorprendere in positivo la progressione di Vladimir Leonov.

Il russo del team Yakhnich ha mostrato uno stato di forma veramente buono qui in terra spagnolo,chiudendo le prove ufficiali in quarta piazza. Ulteriore cartina di tornasole dei progressi effettuati durante la stagione è stata sicuramente la prestazione di Christian Iddon. L'alfiere MV Agusta, dopo la gara di Magny Cours, condotta in testa per lunghi tratti e conclusa a podio, continua nel suo periodo positivo, anche se, bisogna sottolineare, è il primo pilota a non essere sceso sotto il muro del minuto e 44: 1'44.255 il crono del britannico, davanti a Vand der Mark, sesto con la Honda CBR del team Pata Ten Kate.

Italia grande protagonista: settima posizione per la Suzuki di Alex Baldolini, con la Gsx-r 600 preparata dal team Suriano, seguito da Lorenzo Zanetti, ottavo con la Honda Ten Kate. Il bresciano è stato autore anche di una caduta alla curva Peluqui, che ha causato una bandiera rossa, dovendo i marshall sistemare gli air-fence. Nono posto per Riccardo Russo, con la Kawasaki del team Puccetti, a precedere Sheridan Morais.

Gli altri italiani: 13esimo Raffaele De Rosa, 14esimo Faccani, 15esimo Roccoli, 17esimo Tamburini, 24esimo Marconi


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti