Tu sei qui

Moto2, FP3: Rabat ancora in testa, De Angelis 4°

In Moto3 Vinales è imprendibile, Fenati e Antonelli fanno i gamberi

Gli sfidanti si fanno sotto e i leader cercano di reggere il colpo. Sia in Moto2 che in Moto3 le migliori posizioni sono state appannaggio dei cacciatori mentre le lepri (Redding e Salom) si sono fermati al quinto posto. La sfida per il titolo nelle classi minori è ancora apertissima e le libere hanno detto che la lotta sarà intensa. Fra gli outsider, in Moto2 potremo contare su Alex De Angelis, autore di una bella prestazione che lo ha portato nel gruppo dei primi.

MOTO2, RABAT 1°, DE ANGELIS 4° - In Moto2 i tempi si sono decisamente abbassati dalla prima giornata e sono stati due i piloti a riuscire a scendere sotto il muro del 1’33”, la coppia del team Pons. Il più veloce è stato Tito Rabat, con il tempo di 1’32”771, ma il suo compagno di squadra Pol Espargaró è a solo 0”169. Alle loro spalle una Kalex di Marc VDS, quella di Mika Kallio, staccato di poco più di tre decimi. Scott Redding non è troppo lontano, 5° con un ritardo inferiore al mezzo secondo.

Fra di loro si è piazzato Alex De Angelis, che solo due anni fa aveva vinto su questa pista. Il sammarinese di Forward ha conquistato la quarta posizione, contenendo il ritardo dalla testa in poco più di quattro decimi, più staccati i suoi compagni di squadra, con Simone Corsi 13° e Mattia Pasini 17°. Il romagnolo è stato anche protagonista di una caduta a inizio turno alla curva 10.

MOTO3, VINALES IMPRENDIBILE - Le condizioni della pista questa mattina sembrano essere vicine alle perfezione, ma Maverick Viñales ci ha comunque messo del suo. Lo spagnolo del team Calvo ha fatto la differenza, sfruttando intelligentemente le scie e abbassando di ben un secondo e mezzo il suo primato di ieri. Il cronometro ha restituito il tempo di 1’36”650, una prestazione ‘monstre’ che gli ha permesso di staccare di quasi mezzo secondo il suo più diretto inseguitore, Jonas Folger.

La sorpresa del turno è stato il britannico McPhee che ha portato la sua FTR Honda la terzo posto, a 0”750 dal primo. Quarto tempo per la Mahindra guidata da Oliveira, mentre il leader del campionato Luis Salom non è andato oltre alla 5° posizione, davanti all’altro Viñales, Isaac, e al pilota di casa Miller. Attardata la coppia di Estrella Marquez e Rins, rispettivamente 8° e 9°, con distacchi intorno al secondo.

Dopo la bella partenza di ieri, i nostri portacolori fanno un passo indietro, Romano Fenati, il migliore, è solo 16°, Niccolò Antonelli 19°, Lorenzo Baldassarri 20°, Matteo Ferrari 24°. Da segnalare, invece, la buona prestazione di Ana Carrasco, 13° dopo avere militato anche nelle posizioni nobili della classifica.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti