Tu sei qui

SBK, Stock: Gamarino e Guarnoni in pole

QP1: il francese nella 1000 tiene dietro Reiterberger. Nella 600 Nocco terzo, Morbidelli quinto

Per una volta partiamo dalla classe "cadetta", dalla 600cc. Non ce ne vogliano i protagonisti della Stock1000, ma con il titolo già assegnato in terra francese a Sylvain Barrier (tanto da avere in premio anche la gara in Superbike), la lotta per il titolo continentale tra Morbidelli, Nocco e Gamarino può avere più spunti di interesse.

In questa prima sessione di qualificazione, proprio Gamarino è riuscito a conquistare la pole position dopo una vera e propria lotta con protagonisti l'italiano del team Go Eleven e l'olandese Tony Covena, e con l'inserimento anche di Alessandro Nocco e di Kyle Smith. 1'47.432 il riferimento cronometrico di Gamarino che, a fine turno, ha staccato l'olandese del Nilo Racing di 105 millesimi. Terza posizione proprio per Nocco, autore anche di una caduta, che chiude staccato di 131 millesimi dalla vetta.

Da sottolineare come il podio virtuale sia totalmente appannaggio di Kawasaki. Quarta posizione per Kyle Smith con la Honda CBR600 RR, a precedere il leader in campionato Morbidelli , apparso leggermente più in difficoltà, e staccato di 310 millesimi di secondo (1'47.742 il suo miglior tempo).

Teoricamente - e matematicamente - anche Bastien Chesaux deve essere considerato come condentente al titolo europeo. Il portacolori Ten Kate, dopo una mattinata chiusa in prima posizione, ha terminato in nona piazza a 895 millesimi dalla vetta.


STOCK 1000 - Nella classe superiore, dopo la vittoria di Magny Cours, Jeremy Guarnoni sembra aver cambiato passo, conquistando la prima posizione in 1'45.456. Il francese del team MRS Kawasaki, precede il sostituto ad interim di Sylvain Barrier, Markus Reiterberger, neo campione in carica del campionato IDM, staccato di 149 millesimi di secondo. Terza posizione per Niccolò Canepa con la 1199 Panigale del team Barni (+0.263) davanti a Lorenzo Savadori, quarto a 4 decimi dalla vetta. Quinta piazza per Lanusse, compagno di squadra di Guarnoni con la Kawasaki MRS, davanti a Leandro Mercado, Ponsson e Bussolotti ottavo. Chiudono la top-ten due 1199 Panigale: quella di Jezek del team SK Energy, davanti all'esemplare di casa Barni guidato da Kevin Calia.

Gli altri italiani: Andreozzi 12esimo, Grotzkyj Giorgi 13esimo e  autore di una caduta, Massei 14esimo, Butti 22esimo, Dittadi 27esimo

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti