Tu sei qui

Moto2, FP2: Rabat di un soffio su Redding

Phillip Island: Espargaro terzo a due decimi. Migliore dei nostri è De Angelis, settimo

La lotta nella classe Moto2 quest'anno, ha visto i fari e le luci della ribalta principalmente sul duello vissuto tra Pol Espargaro e Scott Redding. In effetti, l'inglese si trova in vetta con 224 punti, seguito dallo spagnolo a 215. In tanti però fanno fatica a ricordare che Esteve Rabat, terzo a 196 punti, ha ancora delle chance iridate.

Di sicuro, il giovane portacolori di Sito Pons, il prossimo anno al Marc VDS, crede ancora in un clamoroso titolo mondiale, mostrando un grande stato di forma. Anche a Phillip Island, il venerdi di prove si chiude con la prima posizione di "Tito", con il crono di 1'33.254. Per onor di cronaca, in mattinata la Kalex numero 80, era riuscita a scendere fino al crono di 1'33.157, ma bisogna anche considerare che il fattore vento che ha influito non poco nel pomeriggio australiano.

Il "podio virtuale" di queste FP2 è comunque il medesimo di quanto visto in mattinata: seconda posizione per Scott Redding a soli 19 millesimi dalla vetta, e terza piazza per Pol Espargaro, staccato di 204 millesimi di secondo dal suo compagno di squadra. A completare un questo ipotetico poker, ecco la quarta posizione confermata dal mattino di Jordi Torres, che chiude questa sessione in 1'33.859, a 605 millesimi di secondo da Rabat.

Quinta posizione per Dominique Aegerter (+0.626), davanti a Sandro Cortese (+0.656) ed il migliore della nostra pattuglia, Alex De Angelis. L'alfiere del team Forward chiude la giornata a 680 millesimi di secondo dalla vetta, precedendo Johann Zarco, Xavier Simeon e Takaaki Nakagami. Undicesima piazza per Mika Kallio (+1.046), davanti agli altri nostri portacolori: Mattia Pasini è 12esimo a +1.097, Simone Corsi 13esimo a +1.112.

Da notare come ci siano 19 piloti in meno di due secondi di distacco.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti