Tu sei qui

MotoGP, Hayden torna su una Honda con Martinez

'Aspar' lo annuncerà a Phillip Island. "Grave la perdita di Dall'Igna per Aprilia"

Aspar Martinez ha deciso e salvo ripensamenti dell'ultimo minuto in Australia (leggi offerta irrinunciabile da Noale) annuncerà il suo passaggio da Aprilia ad Honda.

L'ex iridato che avrebbe dovuto far correre la sua squadra la prossima stagione con l'ultima evoluzione delle Art dotate di testa con valvole pneumatiche e cambio seamless, ha ritenuto che l'uscita dall'Aprilia di Gigi Dall'Igna, passato in Ducati, fosse un rischio troppo grande per rimanere con la casa di Noale.

Il viaggio della speranza di Romano Albesiano, il sostituto di Dall'Igna, inviato in fretta e furia da Pontedera per rinegoziare l'accordo sembrerebbe dunque fallito.

Si era parlato anche della possibilità che Martinez portasse in gara le Ducati con serbatoio da 24 litri e centralina Marelli-Dorna, ma non sarà così per vari motivi.

Il primo è che Nicky Hayden non se la sente di guidare nuovamente per la casa bolognese dopo esser stato licenziato, quest'anno. Il secondo è che dall'Igna non avrà il tempo di intervenire su queste moto.

La scelta di 'Aspar' Martinez è economicamente più onerosa, ma il manager spagnolo potrà contare sull'aiuto di Honda America e sull'involontario 'bonus' che è la penale che Aleix Espargarò e Giovanni Cuzari di Forward gli verseranno per liberare il pilota spagnolo dal contratto, inizialmente di 600.000 Euro.

Ancora incerto il nome del secondo pilota. Martinez ha parlato con Eugene Laverty, consigliatogli proprio da Dall'Igna, ma ha avuto contatti anche con Hiroshi Aoyama (anche lui supportato dalla Honda) e Yonny Hernandez.

Diventa difficile a questo punto individuare le squadre che useranno le Art nel 2014. La più probabile è il team Ioda di Giampiero Sacchi che si potrebbe vedere riaprire le porte di Aprilia proprio grazie all'uscita di Gigi Dall'Igna.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti