Tu sei qui

MotoGP, Pernat: Lorenzo abbandonato per Marquez

Il 'pagellone' dopo il GP di Sepang: promossi gli spagnoli e anche Rossi

Carlo Pernat, dopo il Gran Premio della Malesia, risale in cattedra e scrive nel suo registro il nome dei promossi e dei bocciati. Sotto la sua penna passano la vittoria di Pedrosa, la gara intelligente di Marquez, la sconfitta di Lorenzo e l'ennesimo quarto posto di Rossi. Nel suo 'pagellone' c'è tutto il weekend.

Dani Pedrosa voto 10 Tecnicamente fortissimo

Gran Premio perfetto quello di Dani, sembrava la fotocopia della gara di Aragon 15 giorni fa con la differenza che stavolta Marquez non gli ha tranciato nessun cavo della sua motocicletta. Senza quella caduta oggi Pedrosa avrebbe “solamente” 24 punti di distacco dal capolista ed il mondiale piloti sarebbe tutto da giocare. Comunque, quando Pedrosa non è più sotto pressione fa delle gare straordinarie, non vorrei che alla fine della favola il suo problema fosse di natura psicologica. Magari mettersi a disposizione di un preparatore mentale invece che al “difficile” Alberto Puig che lo segue da tempo?

Marc Marquez voto 9 Straripante

Probabilmente l’attacco mediatico dopo il Gran Premio di Aragon qualcosa gli ha lasciato nella testa. Si aspettava sicuramente un comportamento diverso soprattutto dal guerriero Lorenzo e a questo proposito si è beccato una bella sportellata da Jorge e per colpa di quei 2 giri dietro allo spagnolo ha perso di vista Pedrosa. Alla fine ha preferito accontentarsi del secondo posto, tanto Lorenzo lo aveva messo dietro ed era quello che gli interessava. In ogni caso si tratta veramente di un gran fenomeno.

Jorge Lorenzo voto 8 Arrendevole

Questa volta poteva fare tutto quello che voleva ma non ci sarebbe stato niente da fare contro la Honda e la sua coppia di piloti, tanta è stata la differenza tecnica fra la sua Yamaha e la Honda. Ha definitivamente alzato bandiera bianca per quando riguarda il titolo mondiale. Penso che gli bruci di più aver capito che ormai la Dorna e la stampa spagnola stiano in grandissima parte dalla parte di Marquez visto la decisione presa dopo l’incidente di Aragon. Jorge la pensava sicuramente in maniera totalmente diversa.

Valentino Rossi voto 7 Incoraggiante

Non riesce ancora o forse non ci riuscirà più a colmare quel non grande gap rispetto ai primi del lotto. Qui in Malesia sembrava che dopo le prove del fine settimana si potesse pensare anche ad un podio e sono convinto che lui questa volta ci credesse veramente. Lo hanno in parte tradito i freni della sua Yamaha ma in effetti ha sofferto più del dovuto. A domanda a quale tipo di pilota si paragoni oggi ha risposto ai Visitors perché mangiano i topi, ma occorre mangiare le lepri che sono difficili da acchiappare. Comunque va applaudito ed incoraggiato perché a mio parere non si è ancora arreso.

Alvaro Bautista  voto 6 Combattente

Forse meriterebbe una votazione più alta perché durante i primi giri è stato a contatto con i big ma nel prosieguo del gran premio a causa del malfunzionamento dei freni non è riuscito a tenere il loro passo. Questa volta ha battuto in volata l’inglese Crutchlow invece di duettare con Valentino Rossi. Un passo indietro in parte non attribuibile solamente a lui.

Cal Crutchlow voto 6 Sofferente

Mi rendo conto che si tratta di un voto alto per quello visto oggi in pista però le sue condizioni fisiche sono al limite della tollerabilità e lui ce la mette sempre tutta con il suo spirito da vero motociclista. Poi sembra che la Yamaha non gli dia molta considerazione dopo la sua firma con Ducati per la prossima stagione.

Bradley Smith voto 5 Anonimo

Una gara veramente anonima, tutta quanta da dimenticare. Il suo apprendistato sta diventando difficile e forse il pensiero che sia passato troppo presto dalla Moto2 alla MotoGP incomincia a far mettere qualche dubbio.

Andrea Dovizioso voto5 Spento

Dispiace vedere un pilota propositivo come Andrea commettere errori e navigare in posizioni assolutamente non consoni alla sua forza. Se gli avessero detto che dopo una stagione la situazione sarebbe stata questa non ci avrebbe creduto. La situazione tecnica della Ducati lo ha spento ma sfido chiunque ad essere diverso in queste condizioni.

Andrea Iannone voto 6 Coraggioso

Il voto di sufficienza è dovuto dal fatto che Andrea stava facendo la sua più bella gara della stagione ed era all’ottavo posto quando la sua Ducati ha avuto un problema tecnico all’ammortizzare di sterzo e si è dovuto fermare. Pazienza ma la sua moto stava girando in modo sufficiente per quello che ora vale.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti