Tu sei qui

Moto2, Sepang: dominio di Esteve Rabat

GARA: secondo Espargaro che si porta a nove punti su Redding, oggi settimo

Esteve Rabat chiude la pratica della Malesia: dopo la Pole Position di ieri, lo spagnolo ha mostrato una grande superiorità, conquistando la vittoria in una gara divisa in due parti per l'esposizione della bandiera rossa a seguito della carambola multipla che ha coinvolto Axel Pons e le wild card Itturioz, Immammuddin, Kraisart, Zaidi, all'uscita della curva 14. Un incidente davvero spettacolare e spaventoso, fortunatamente senza gravi conseguenze, con il solo Zaidi che, volato dopo aver tamponato la Kalex del team Pons, ha perso conoscenza per qualche istante. Trasportato al centro medico, si sospetta una frattura alla clavicola per la sfortunata wild-card.

Bandiera rossa e corsa ridotta a 12 giri. Ci si attenderebbe una corsa selvaggia con tanti piloti in lotta senza tattica. Invece, Rabat conclude la sua pratica, percorrendo questi rimanenti giri con estrema scioltezza e scorrevolezza, mettendo fra se ed i suoi inseguitori subito un margine di sicurezza. Una corsa noiosa invero, i cui unici motivi di interesse sono stati la battaglia tra Thomas Luthi e Pol Espargaro, risoltasi in favore di quest'ultimo, e la piccola crisi di Scott Redding.

Andiamo con ordine: Luthi ed Espargaro si contendono il secondo gradino del podio a suon di traversi. Nonostante un lungo che ha portato lo spagnolo a sfiorare lo svizzero, perdere terreno e rimontare, sotto la bandiera a scacchi è stato Espargaro a chiudere in seconda posizione, oltretutto con buon margine - 1.4 secondi - su Luthi. Quarta posizione per Mika Kallio, davanti a Dominique Aegerter.

In sesta posizione, in volata, ecco Joann Zarco, che batte di meno di un decimo di secondo uno Scott Redding sfortunato per la bandiera rossa esposta quando era in quarta posizione, ma anche incapace di reagire al "cambio di passo" ottemperato da Pol Espargaro che ha portato lo spagnolo a 9 punti di distacco con tre gare ancora da disputare. Il migliore dei nostri piloti è Simone Corsi, undicesimo a 16 secondi dalla vetta. Fuori subito Alex De Angelis, colpito da Zarco alla prima staccata dopo la ripartenza; ritirato invece Mattia Pasini.


CRONACA DI GARA

Partenza valida, con Rabat che chiude Luthi. Espargaro interno si porta in seconda posizione- Il gruppo sfila alla prima curva con qualche toccata ma nessuna caduta. Grandissima partenza di Scott Redding, quarto dopo due curve. Rabat dopo 6 curve ha già mezzo secondo di vantaggio, e sembrerebbe potersene andare. Da notare, nei primi cinque posti due svizzeri: Luthi e Aegerter. Bruttissima caduta all'uscita della curva 14. Tutti i piloti sono in piedi sulle loro gambe. All'uscita della curva caduta di Pons, con Cortese che lo evita per un soffio. Non cosi per Zaidi che centra la Kalex volando catapultato in aria. Sull'erba a bordo pista, nel marasma, viene colpito anche Kraisart, soccorso a bordo pista per la botta forte. Ripetiamo comunque che tutti i piloti non sembrano avere conseguenze serie

Piloti coinvolti: Pons, Itturioz, Immammuddin, Kraisart, Zaidi. Quest'ultimo ha perso conoscenza dopo la brutta botta. Inoltre, si sospetta una frattura della clavicola;  La corsa ripartirà con una distanza di 12 giri.

 

Partenza valida: caduta alla prima curva per De Angelis, preso da Zarco. Rabat continua da dove aveva cominciato, dalla testa. Espargaro in lotta con Tom Luthi per la seconda posizione. Quarto Nakagami, quinto Aegerter, sesto Kallio e settimo Scott Redding. Sul traguardo, Rabat gira 6 decimi più forte del record della pista precedente

- 10 giri al termine: Rabat sempre primo, precede Espargaro di 8 decimi e Luthi di 9. Kallio intanto fa il giro più veloce in gara: 2'07.959. Caduto intanto Nico Terol alla curva due.

- 9 giri al termine: Luthi ancora in lotta con Espargaro. I due arrivano all'ultima curva con lo svizzero che passa interno, ma per l'incrocio delle traiettorie si trovano affiancati e sul traguardo Luthi precede espargaro di 3 millesimi. Dietro è lotta aperta tra Aegerter, Nakagami e Kallio. Il finlandese entra in maniera dura ma pulita sulla prima

- 8 giri al termine: Alla staccata della curva 8, Pol Espargaro arriva lungo, e sfiora Thomas Luthi. Lo spagnolo perde terreno, ed ora è braccato da Aegerter e Kallio. Redding rimane settimo. Rabat davanti continua a tenere Luthi alla debita distanza di 1.2 secondi

- 6 giri al termine: bella lotta tra Takaaki Nakagami e Scott Redding. Entrambi entrano in curva con la moto completamente di traverso alla curva 4, poi, nell'incrocio di traiettoria tra curva 5 e 6, il capo-classifica passa il giapponese del team Italtrans. Espargaro intanto, prova a ricongiungersi con  Luthi. Davanti Rabat ha 1.5 secondi di vantaggio

- 4 giri al termine: grande ingresso di Mika Kallio su Dominique Aegerter all'ingresso della prima curva. Tra Luthi ed Espargaro intanto, ci sono sei decimi di secondo. Lo svizzero, nell'ultima tornata, ha girato più forte di Rabat.

- 3 giri al termine: con Rabat oramai lontano a 2 secondi, l'interesse è per la seconda e terza posizione tra Luthi ed Espargaro...

- 2 giri al termine: ....detto fatto, Espargaro passa alla staccata della curva uno Luthi.

- Ultimo giro: Rabat oramai sta gestendo la situazione tranquillamente, mentre Espargaro ha staccato Luthi. Solo Redding è in lotta con Joann Zarco. Sul traguardo, proprio il francese riesce a battere Redding che quindi chiude settimo.


Bandiera a scacchi:Esteve Rabat vince il gran premio di Malesia, davanti a Pol Espargaro e Thomas Luthi

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti