Tu sei qui

MotoGP, Stoner torna? Marquez: magari! Suppo: no!

Edwards su Twitter: "a Phillip Island ci sarà una Honda libera, ma a te lì basta una Ducati"

La storia assomiglierebbe a una favola, una Honda libera per il team con cui ha iniziato in MotoGP e per la gara di casa. I test a Motegi fatti solo qualche giorno prima. Sembrerebbe che il destino abbia preparato un tappeto rosso per il ritorno di Stoner in MotoGP, almeno per una gara. Quando si è avuta la notizia che Bradl sarebbe dovuto sottoporsi a un operazione, il pensiero di tutti come sostituto è andato a Casey.

Anche i piloti in prima fila si sono pronunciati su questa possibilità. Marc Marquez è stato il più entusiasta: “sarebbe come un sogno che diventa realtà, sarebbe veramente interessante correre contro di lui. Ci sarebbe un altro campione del mondo in pista”. Più ironici commenti di Rossi e Crutchlow. Valentino ha commentato: “spero di essere in gran forma il prossimo fine settimana! Nel caso tornasse”. Cal invece ha detto: “sono assolutamente contrario. Lui lì è troppo veloce, significherebbe finire la gara una posizione più indietro”.

Anche Colin Edwards non ha rinunciato allo scherzo e ha dato del suo meglio su Twitter rivolgendosi direttamente all’australiano. “Casey prendi una tuta e raggiungi l’Isola. C’è un Honda libera (anche se non ne hai bisogno, lì una Ducati è abbastanza per te)” il suo messaggio.

A smorzare ogni speranza ci ha però pensato Livio Suppo. Basta arrivare vicini al team principal della Honda per ottenere la risposta, senza neanche fare la domanda: “no”. Le sue motivazioni sono chiare: “sarebbe pericoloso per lui, non corre da quasi un anno e ha fatto solo qualche giorno di test”. Se Casey si proponesse in prima persona forse le cose potrebbero cambiare, “lo conosco bene, se ne avesse intenzione mi avrebbe già chiamato. E non lo ha fatto”, sgombera ulteriormente il campo da ogni ipotesi.

Anche strategicamente sarebbe una mossa rischiosa, Stoner nella ‘sua’ Phillip Island potrebbe vincere e essere un elemento di disturbo proprio in momento cruciale per la stagione di Marquez. Già lo scorso anno Pedrosa era finito a terra tentando di resistere a Casey e rinunciando alla possibilità di giocarsi il mondiale fino all’ultimo GP. Non sembra che in HRC vogliano correre il rischio di vivere per due volte lo stesso episodio.


Articoli che potrebbero interessarti