Tu sei qui

MotoGP, FP1: Pedrosa fa la lepre a Sepang

Marquez e Lorenzo vicinissimi ma alle sue spalle. Solo 5° Valentino Rossi

Non è un caso che Dani Pedrosa si sia messo a giocare il ruolo di lepre al pronti-via sul circuito di Sepang. L’anno scorso la gara (sotto il diluvio) era stata sua e anche nei doppi test invernali era tornato a casa dalla Malesia entrambe le volte con il primo posto appuntato sul petto. Oggi nel primo turno di libere si è messo subito al comando piazzando il tempo di 2’01”229 nella prima parte, riferimento che nessuno è riuscito a battere nei 45 minuti a disposizione.

Gli unici a provare ad avvicinarsi a Dani sono stati, neanche a dirlo, Marc Marquez e Jorge Lorenzo, che dopo le parole di ieri sono passati ai fatti. Lo spagnolo della Honda a metà sessione ha fatto segnare il proprio miglior giro, a 0”367 dal compagno di squadra. Quello della Yamaha ci ha messo un po’ di più, riuscendo solo nel finale a eguagliare il rivale. Sotto la bandiera a scacchi il suo ritardo da Marc è stato di appena 27 millesimi.

Alle loro spalle il sempre convincente Alvaro Bautista, anche se il divario supera già i 6 decimi. Quinto posto per Valentino Rossi, autore di una partenza non fulminante. Qualche errore di troppo gli ha tolto la soddisfazione di un ritardo che poteva essere più contenuto, ma gli 8 decimi rimediati non possono essere considerati un buon inizio.

Meglio comunque di Cal Crutchlow, 6° a 1”141. Il britannico non sembra avere ritrovato ancora la soluzione ai problemi che lo affliggono da qualche gara a questa parte sulla M1. Dietro di lui, un opaco Stefan Bradl (+ 1”192), la prima Ducati, quella di Hayden (+ 1”403), Bradley Smith (+ 1”496) e Andrea Dovizioso (+ 1”181).

Fuori dai primi dieci Andrea Iannone, finito 12° e preceduto anche dalla FTR di Colin Edwards, che per una volta strappa il primato nelle CRT ad Espargaro, 13°. Primo degli italiani: 16° Claudio Corti, 20° Danilo Petrucci e 21° Luca Scassa.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti