Tu sei qui

MotoGP, Marquez e Spagna: cannibali di record

Marc a caccia di Biaggi e Capirossi, i piloti iberici della Gran Bretagna

Marc Marquez e la Spagna, sono loro i due dominatori del motomondiale, capaci di abbattere ogni record una gara dopo l’altra. Il catalano con le sue sei vittorie è già diventato il debuttante più vincente di sempre, ma non solo, dal 2002 solo quattro piloti hanno ottenuto più successi in una stagione: Valentino Rossi, Casey Stoner, Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa. Non solo, perché sono solo sei i piloti in MotoGP ad avere vinto di più in carriera: Valentino Rossi (67 vittorie), Casey Stoner (38), Jorge Lorenzo (28), Dani Pedrosa (24), Sete Gibernau (8) e Loris Capirossi (7).

Anche il conteggio delle pole position è impressionante, gliene basterà solo una per eguagliare Biaggi e Capirossi. Per gli amanti dei numeri, c’è un altro dato curioso da segnalare. Marquez dopo 14 gare ha 278 punti, in pochi nella classe regina sono riusciti a fare meglio:  Mick Doohan (con 317 punti nel 1994, 309 nel 1996, 340 nel 1997), Valentino Rossi (325 nel 2001, 355 nel 2002, 357 nel 2003, 304 nel 2004, 367 nel2005, 373 nel 2008, 306 nel 2009), Casey Stoner (367 nel 2007, 280 nel 2008, 350 nel 2011), Jorge Lorenzo (383 nel 2010, 350 nel 2012) and Dani Pedrosa (332nel 2012).

Se Marc è la sua bandiera, la Spagna se la cava benissimo anche nelle altre classi. In totale, i piloti iberici hanno vinto quest’anno 35 gare delle 40 disputate, il record appartiene alla Gran Bretagna, quando nel 1967 portò a casa 37 successi, ma con 4 GP ancora da correre sembra un primato destinato a cadere. Intanto, ad Aragon, la Spagna ha monopolizzato le prime file di tutte le classi, risultato non riuscito a nessun’altra nazione.

Un altro esempio del loro dominio si trova in Moto3, dove gli spagnoli hanno occupato 37 dei 39 gradini sul podio disponibili. Fino a ora, i piloti iberici sono saliti sul podio 86 volte, il record è della Gran Bretagna, sempre nel 1967, con 93.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti