Tu sei qui

SBK, Davies pronto alla Panigale, Batta no

Sciolto il nodo del conflitto tra sponsor, mentre Alstare medita la rescissione anticipata

Dopo lunghi temporeggiamenti, l'approdo di Chaz Davies in Ducati sembra cosa fatta.

Il britannico, con gli occhi da tempo sulla Panigale, aveva inizialmente fatto marcia indietro a causa di un conflitto tra uno sponsor personale (si parla di 300mila euro) ed uno di Alstare, in entrambi i casi una bevanda energetica. Davies si era quindi orientato verso Suzuki ma ora pare che il rinnovo della sponsorizzazione tra l'energy drink e Ducati sia in forse, così verrebbe meno ogni impedimento.

Se l'annuncio dell'ingaggio di Davies sembra ormai solo questione di settimane, non tutti i nodi sono tuttavia risolti per quanto riguarda la campagna SBK di Borgo Panigale. Nei prossimi giorni è in programma una riunione con Francois Batta per un confronto sui piani di sviluppo. Non è un segreto che i rapporti tra il manager belga e la Casa siano stati burrascosi in più di un episodio (basta ricordare lo sfogo di Batta a Monza, e la successiva stretta di mano con il general manager tedesco davanti alle telecamere), sembra che l'opzione di separazione tra le parti al termine del primo anno di contratto (su due in totale) verrà fatta valere.

Con l'arrivo di Gigi Dall'Igna in fase di definizione e sempre più probabile, resta però la possibilità che il belga decida di mantenere il legame con Ducati. Molto dipenderà dal posizionamento dell'ingegnere veneto, ma intanto dalla Francia Battà ha chiamato in causa niente meno che Max Biaggi. Quest'ultima opzione sembra però poco probabile: il "Corsaro" è noto per la propria meticolosità, e difficilmente si sobbarcherebbe lo sviluppo di un progetto come quello della Panigale dopo aver visto i risultati del (quasi) coetaneo Checa. Più facile sarebbe impiegarlo come in Aprilia, moto e Casa che conosce come le sue tasche, anche se non necessariamente in sella e magari come team manager.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti