Tu sei qui

SBK, Andrea Antonelli campione di generosità

L'8 dicembre al kartodromo di Viterbo una giornata di solidarietà

Continuiamo a ricevere importanti contributi in ricordo di Andrea Antonelli, lo sfortunato pilota scomparso nella gara della Supersport a Mosca. Quello che segue è l'ultimo.

Andrea Antonelli ha vissuto inseguendo il proprio sogno di diventare Campione del Mondo, ma ha sempre avuto ben chiaro in mente quanto nella vita fosse importante occuparsi del prossimo.

Andrea, impegnato come geometra presso uno studio privato, dalla stagione 2010 ha affiancato al ruolo di donatore AVIS quello di testimonial della associazione, portando sui tracciati di tutto il Mondo il messaggio riguardante l’importanza di questa buona abitudine soprattutto in una realtà di atleti come quella del motociclismo.

Nel novembre del 2011 Andrea ha organizzato insieme all’AVIS una giornata in pista presso l’autodromo di Magione coinvolgendo molti altri piloti al fine di sensibilizzare tutti gli appassionati intervenuti rispetto alla donazione sanguigna.

Il risultato di questa iniziativa è stato un apprezzabile aumento di donatori nella regione nelle settimane successive, tale da essere riportato dai più importanti organi di informazione. Colpito dal terribile incidente stradale che coinvolse due amici in tempi diversi, uccidendone uno e riducendone l’altro in condizioni molto difficili, Andrea si è impegnato negli ultimi tre anni nella campagna della Provincia di Perugia sulla Sicurezza Stradale, andando nelle scuole così come sulle strade più pericolose della regione per spiegare alle persone l’importanza di un comportamento responsabile e sicuro alla guida.

Andrea però si è occupato sempre anche del suo amico, andando spesso a trovarlo e cercando di aiutare la famiglia a superare le difficoltà che le condizioni di questo sfortunato ragazzo hanno determinato. Gli amici ed i tifosi di Andrea hanno pertanto deciso sin da subito di impegnarsi, così come sempre fatto da lui, realizzando una Onlus, la Ant8supporters Andrea Antonelli, presieduta da Gianni Signorini, amico di una vita, e con presidente onorario Arnaldo Antonelli, papà di Andrea, estraneo però alla gestione ed alla amministrazione,  attraverso la quale continuare ad aiutare il prossimo.

Dopo poco più di un mese dalla morte di Andrea i ragazzi della Onlus, hanno acquistato un macchinario ed un monitor che sarà donato alla Clinica Mobile nella tappa conclusiva del Mondiale Superbike di Jerez de la Frontera, per ringraziarne l’impegno e la cura che del pilota di Castiglione del Lago ha sempre avuto.

La loro attività però non si è fermata qui, recuperando, con fatica, anche il denaro necessario per acquistare una attrezzatura specifica per lo sfortunato amico di Andrea rimasto gravemente segnato da l terribile incidente che lo ha coinvolto. Andrea non ha mai pianto per una moto poco competitiva, ma ha sempre cercato di migliorarsi, lavorando duramente su se stesso. Secondo nell’Europeo 600 Superstock nel 2007, terzo nella Coppa del Mondo 1000 Superstock nel 2010, quinto nel 2011, nel 2012 ha chiuso nono nel Mondiale Supersport, sempre con moto ben lontane dalle migliori, mentre in questa stagione, con un team mai così competitivo, era quinto assoluto e pronto al definitivo alto di qualità.

Ha sempre amato le corse, è sempre stato corretto ed ha sempre rispettato il prossimo. Proprio per questo motivo tanti sono adesso i piloti che si stanno impegnando, Melandri e Fabrizio in primis, in vista della manifestazione “Un 8 di solidarietà”, fissata per il prossimo 8 Dicembre presso il kartodromo di Viterbo che impegnerà, in una giornata dedicata allo sport attraverso un triathlon che comprenderà gare di kart, pitbike e mountain bike, piloti del Motomondiale, del Mondiale Superbike, giornalisti, personaggi dello spettacolo ed alcuni spettatori estratti a sorte.

L’obiettivo finale sarà, oltre naturalmente a quello imprescindibile di ricordare Andrea, e di qui la scelta della data, l’8 Dicembre,  il numero che ne ha sempre contraddistinto la carriera, anche quello di raccogliere fondi che saranno destinati alla Onlus Lady Polita ed alla Fondazione Voa Voa che si occupa della piccola Sofia.

Queste le parole di Gianni Signorini, presidente della Onlus Ant8supporters Andrea Antonelli. “ Siamo lieti di annunciare il raggiungimento del nostro obiettivo con l’acquisto di un importante macchinario ed un pc portatile per la Clinica Mobile. La nostra Onlus, nata con l’obiettivo di onorare la memoria di Andrea e di perpetuarne il ricordo attraverso un impegno nel sociale che lo ha visto sempre protagonista, sta dedicando e dedicherà la propria attività alla solidarietà ed al nostro territorio, verso il quale saremo sempre disponibili. Nonostante le tante difficoltà ed i tempi ridotti siamo riusciti ad acquistare una particolare attrezzattura per un ragazzo gravemente segnato da un incidente stradale, assolutamente necessaria a causa delle sue difficili condizioni di salute e per l’acquisto della quale abbiamo potuto contare sull’aiuto di Rider4Riders, quindi ci impegneremo per raccogliere fondi per le necessità delle scuole di Castiglione del Lago. Stiamo realizzando il sito della Onlus, nel quale parleremo diffusamente della grande manifestazioni che organizzeremo il prossimo 8 Dicembre sul tracciato di Viterbo, dove Andrea si allenava con il motard e dove si sfideranno in una serie di prove tra kart, pitbike e mountain bike piloti del Motomondiale, Superbike oltre a tanti personaggi dello spettacolo che ci hanno dato la propria disponibilità. Tutti gli incassi della giornata saranno destinati all’associazione che si occupa della piccola Sofia, sostenuta da Michel Fabrizio a noi molto vicino, ed all’associazione Lady Polita”.

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti