Tu sei qui

SBK, Melandri: Titolo? Il favorito è Laverty

"Con 42 punti da recuperare la rimonta è impensabile. Eugene è il più in forma"

Arrivato a Laguna Seca con 33 punti da recuperare in classifica, Marco Melandri lascia gli Stati Uniti con nove lunghezze in più di distacco. Il ravennate ha chiuso con un terzo ed un quarto posto un fine settimana solido ma privo dell'acuto necessario per avvicinarsi ai rivali per il titolo. Al termine di una Gara 2 corsa con tenacia, "Macio" guarda comunque al bicchiere mezzo pieno.

"Avevo bisogno di una gara lunga e senza interruzioni perché faticavo sul giro secco rispetto ai primi – ha scherzato il ravennate – Soffrivo di sottosterzo ed ho rischiato di cadere un paio di volte. Il terzo posto non è sufficiente a rilanciarmi in campionato, servono vittorie, ma ho ottenuto il miglior risultato possibile".

Cosa ti è mancato esattamente?

"Soffro ancora troppo con l'anteriore. Mancava aderenza quando mollavo i freni e la moto si scomponeva troppo sulle buche. Così era veramente difficile sorpassare, anche perché su questa non è che ci siano molti punti dove farlo oltre al 'Cavatappi' e l'ultima curva".

Ieri hai detto di non pensare più al titolo. Chi vedi come favorito nella lotta finale?

"Per come si è espresso nelle ultime gare, direi Laverty. Da inizio anno pensavo sarebbe stato il pilota più quotato, ma ha fatto qualche 'zero' di troppo ed è stato costretto a inseguire. Sykes è molto forte se parte davanti e fa gara in testa, ma quando lo sorpassano si avvilisce e perde competitività. Ha un carattere un po' strano".

Credi con il quinto posto di oggi Guintoli abbia gettato la spugna?

"No, non lo sottovaluterei. In Francia darà tutto davanti al pubblico di casa e se, come spesso accade a Magny Cours, il meteo riservasse delle sorprese, è il favorito sul bagnato. In quelle condizioni sia Laverty che Sykes pagano qualcosa rispetto a lui, specialmente Tom in termini di gestione delle gomme".

Tu invece come affronterai le quattro manche rimanenti?

"Dando il massimo, come sempre, senza fare calcoli. Con 42 punti da recuperare, la rimonta è impensabile quindi posso solo cercare di sfruttare al meglio ogni occasione".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti