Tu sei qui

SBK, Gara 2: solo Laverty piega Giugliano

Duello da western a Laguna Seca. Melandri terzo davanti a Sykes e Guintoli

Eugene Laverty si è aggiudicato Gara 2 della SBK a Laguna Seca centrando la settima vittoria stagionale ed il secondo posto in classifica iridata davanti al compagno di squadra Guintoli (quinto alle spalle di Sykes). Il pilota di Toomebridge è stato protagonista di un duello da cineteca con Davide Giugliano, al secondo podio stagionale, vinto per una manciata di millesimi. Terzo posto per Marco Melandri.

LA CRONACA – Laverty brucia tutti ai blocchi e si porta al comando davanti a Sykes e Guintoli. Seguono Canepa, Melandri, Davies e Giugliano. All'inizio del secondo giro, Canepa scivola alla prima curva dopo essere stato passato da Melandri, ora quarto. Il ritmo di gara rimane più alto di ieri nei primi giri, con il gruppo dei primi che gira in 1'24 alto e rimane compatto.

Davies si ritira dopo tre giri per un problema tecnico, lasciando la quinta posizione a Giugliano che chiude il gruppo di testa. Solo otto decimi separano i primi cinque piloti. Si cominciano a vedere i primi sorpassi, con Sykes che si porta al comando e Melandri che supera Guintoli per la terza posizione. Il britannico su Kawasaki marca il primo giro sotto 1'24 guadagnando qualche decimo su Laverty, mentre Giugliano si libera di Guintoli per andare a caccia del podio lasciando Guintoli in quinta posizione. Il romano entra deciso su Melandri all'ultima curva per poi siglare un 1'23.7 che diventa il best lap. Poco dopo, sorpassa Laverty sempre all'ultima curva. I primi tre ora si staccano dal gruppo.

Sykes e Giugliano girano in tandem, prendendo un secondo di vantaggio su Laverty a metà gara. Poi l'irlandese risale insieme a Melandri. Sette decimi separano i primi quattro. Alle loro spalle, Guintoli gira da solo ed è costretto suo malgrado ad osservare da lontano.

Le posizioni rimangono invariate quando mancano sei giri al termine, mentre Badovini abbandona la gara per una caduta senza conseguenze. La battaglia si accende a tre giri dal termine: Laverty passa Giugliano, che poche curve dopo respinge Melandri in staccata alla "Andretti". Laverty attacca Syes con successo alla curva 6, e Giugliano spinge il britannico al terzo posto con l'ennesimo sorpasso all'ultima curva. Il calo di Sykes è netto, con anche Melandri che ne approfitta per portarsi provvisoriamente sul podio. Sono Giugliano e Laverty a giocarsi la vittoria, ma l'irlandese è bravo a proteggere l'interno e vince la gara davanti ai due italiani. Il quarto posto di Sykes limita in qualche modo i danni per Guintoli, che perde solo due punti e va a -24, scavalcato però al secondo posto dal compagno di squadra irlandese (-23).

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti