Tu sei qui

MotoGP, Aragon: Rossi primo con l'umido

FP3: pista ancora umida, Marquez, Bradl, Pedrosa, Lorenzo e Crutchlow senza tempo

Nel vocabolario cinese, le parole "problema" ed "opportunità" si scrivono con lo stesso idioma. Così, dopo la pioggia copiosa caduta nella notte, e le conseguenti condizioni del circuito umide, quello che per la maggior parte dei protagonisti si traduceva in un turno praticamente inutile, per i piloti CRT si è rivelato come una piccola occasione per visitare i piani alti e mostrarsi nelle zone più nobili della classifica di questo terzo turno di prove libere.

Probabilmente questa è l'unica chiave di lettura in una sessione sostanzialmente inutile, dove Marc Marquez, Daniel Pedrosa, Stefan Bradl, Jorge Lorenzo e Cal Crutchlow non hanno fatto segnare alcun tempo cronometrato. C'è chi, come il tedesco del team di Lucio Cecchinello, non è nemmeno uscito dal proprio box, e chi, come il duo HRC o Jorge Lorenzo, ha solamente rodato le gomme da bagnato e saggiato queste condizioni "ibride" compiendo un solo giro ed effettuando prove di partenza.

Così, mentre ai box si continuava a parlare delle gomme intermedie e sulla loro ipotetica utilità, in pista, a metà turno girava solo il rookie Luca Scassa con la ART del team AB Cardion. Solo nelle fasi conclusive, si è riusciti a stilare una classifica quasi completa di questa sessione.

Una sessione dove ha svettato Valentino Rossi con il tempo di 1'50.464, 539 millesimi di secondo meglio di Alvaro Bautista con la Honda del team Gresini. Terza posizione invece per la Ducati di Nicky Hayden (+1.081), davanti alla prima CRT in classifica, quella di Aleix Espargaro (+2.314) che precede Bradley Smith, staccato di 2.340 secondi dalla vetta.

Come detto precedentemente, queste condizioni anomale hanno portato nei piani alti della classifica piloti e moto solitamente più attardati. Ecco quindi in sesta posizione la FTR Avintia di Hiroshi Aoyama (+2.742), davanti al duo Pramac Ducati con Iannone settimo ed Hernandez ottavo. Nona posizione per Danilo Petrucci con la Suter del team Ioda, davanti a Luca Scassa che chiude nella "top ten" a +4.029 dalla vetta, a precedere Claudio Corti undicesimo a +4.637 dalla vetta. Dodicesima piazza per Bryan Staring con la FTR Honda del team Gresini, davanti a Randy De Puniet, Michael Laverty, Hector Barbera e Colin Edwards.

Fuori classifica, nonostante i tempi fatti segnare, sia Lukas Pesek (1'59.232 il tempo del pilota ceco) e Andrea Dovizioso che chiude questa sessione in 2'01.521.

CLASSIFICA FP3 MOTOGP


CLASSIFICA TEMPI COMBINATI DELLE TRE SESSIONI DI PROVE LIBERE

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti