Tu sei qui

SBK, Laguna Seca: Jordan sfiora l'impresa

FP1: solo Davies e Melandri davanti alle wild-card Hayden e Eslick. Distacchi ridotti

Le wild-card del team Michael Jordan Motorsports, Roger Hayden e Danny Eslick, erano quasi riusciti nell'impresa durante il primo turno di prove libere della SBK a Laguna Seca, ma Chaz Davies e Marco Melandri hanno ristabilito le gerarchie sul finale. Il gallese, che conosce la pista avendo corso per diverse stagioni nel campionato AMA, si è aggiudicato il miglior tempo con un 1'25.218. Lo bracca a ruota il ravennate, obbligato ad un risultato di prestigio per tenere aperta la corsa al titolo, a + 0.159.

I due yankee su Suzuki, con il fratello di Nicky Hayden sugli scudi a fare spesso e volentieri la lepre, hanno chiuso rispettivamente in terza e quarta posizione. Hayden a + 0.274, Eslick a + 0.437. Seguono le Aprilia di Eugene Laverty (+ 0.491), Toni Elias (+ 0.506) e Sylvain Guintoli (+ 0.564), mentre si è dovuto accontentare dell'ottavo tempo provvisorio il capo-classifica Tom Sykes (+ 0.605). I distacchi rimangono comunque ridotti, con i primi tredici piloti in un secondo e la situazione destinata con ogni probabilità a cambiare nel pomeriggio, quando i piloti del mondiale avranno preso maggior confidenza con il tracciato.

Il secondo italiano in classifica è Davide Giugliano, nono davanti a Niccolò Canepa, che sostituisce l'infortunato Checa, ed Ayrton Badovini, ancora alle prese con una caviglia in cattive condizioni dopo la caduta in Turchia. Da sottolineare come il programma, con la SBK a divedere la pista con le tre serie AMA, sia stato rivisto: le qualifiche si disputeranno nel pomeriggio (notte italiana), mentre la Superpole è fissata per sabato mattina con Gara 1 al pomeriggio e Gara 2 la domenica.

I tempi:

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti