Tu sei qui

SBK, Panigale: nuova distribuzione dei pesi

A Laguna Seca debuttano un nuovo serbatoio e telaietto a tubi

In Ducati si lavora febbrilmente su entrambi i fronti. La Casa di Borgo Panigale, per accelerare i tempi sul finale di una stagione ormai compromessa, non ha risparmiato il lavoro in prova, portando in pista sia la MotoGP che la SBK al Mugello a inizio settimana. Per quanto riguarda quest'ultima, i primi frutti delle evoluzioni hanno già debuttato in pista a Laguna Seca.

Non potendo intervenire radicalmente sul motore – la potenza è stata fin qui il tallone d'Achille della Panigale – Ducati sta cercando di migliorare guidabilità e agilità della moto nei tratti misti. Negli Stati Uniti ha quindi debuttato una nuova distribuzione dei pesi. Il serbatoio rivisto è ora sostenuto da un telaietto in tubi (precedentemente in composto a base di carbonio), e presto anche l'elettronica dovrebbe subire un ricollocamento volto ad aumentare la stabilità.

"La soluzione a tubi è leggermente più leggera della precedente, ma siamo ancora allo step intermedio – ha detto il responsabile del progetto SBK Ernesto Marinelli Al Mugello abbiamo provato anche un nuovo bilanciamento che coinvolge l'elettronica, si parla di sei o sette chili da spostare in tutto, ma non c'era tempo di portarlo in pista già qui a Laguna. I risultati dei test sono stati incoraggianti, attendiamo la controprova in gara".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti