Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo: la gara non è ancora persa

Jorge: "problemi con il caldo". Pedrosa: "mi sono divertito dal primo minuto"

Il mattino aveva sorriso a Jorge Lorenzo, consegnandogli il primo posto nelle libere. Il pomeriggio invece si è trovato dietro alle Honda, non solo quelle ufficiali, ma anche la satellite di Bradl. “Con temperature più basse siamo andati bene, mentre con il caldo sono venuti fuori i problemi. Soprattutto in frenata – la sua analisi – Non sono certamente soddisfatto, anche perché nei test avevo girato ben più veloce e voglio capire cosa sia cambiato”.

I suoi problemi, sono gli stessi che ha lamentato Valentino. “La moto non è stabile e il rendimento della gomma posteriore è buono per appena un giro, poi cala molto – spiega – La situazione è simile per tutti i piloti, ma per noi con la Yamaha è peggio”. Anche il seamless qui ha mostrato qualche lacuna, “in alcune curve non è veloce come vorrei, sarà una cosa su cui lavorare in futuro” ammette.

Ad arrendersi, il maiorchino non ci pensa. “Questa gara si può ancora vincere – afferma – La prestazione di Bradl, per esempio, non è realistica. Ha fatto il tempo con la gomma nuova”. Ritrova il sorriso quando gli si domanda se sia preoccupato: “certo che lo sono, smetterò quando questa guerra sarà finita. Poi inizierò a preoccuparmi per altro” scherza.

Sarà in prima linea anche Dani Pedrosa, che invece del suo terzo tempo è soddisfatto. “Mi sono divertito oggi – dice – Ho subito trovato delle buone sensazioni in sella e abbiamo potuto iniziare subito a lavorare sull’assetto. Non ho potuto provare la gomma dura al posteriore, un po’ mi dispiace, sarebbe stato interessante vedere come lavora con il caldo. In generale il bilancio è comunque positivo, non so quanto mi abbiano aiutato i test di Misano, ma tutto contribuisce”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti