Tu sei qui

MotoGP, FP1: Lorenzo guida l'armata spagnola

Ad Aragon Jorge davanti alle Honda di Marquez, Pedrosa e Bautista. Quinto Rossi, 8° Dovizioso

Gli spagnoli non hanno fallito il primo passo nel Gran Premio di casa. Al termine del turno di libere numero uno ci sono quattro iberici davanti a tutti: Lorenzo, Marquez, Pedrosa e Bautista nell’ordine. Tre Honda e una Yamaha, per avere una prima conferma di come la RCV si adatti bene ad Aragon. Ancora una volta la sfida tra Marc e Jorge si è giocata sul filo dei millesimi, con il maiorchino che è riuscito a battere il catalano sotto la bandiera a scacchi.

Otto millesimi hanno separato Lorenzo  (1’49”753) da Marquez, una prima battaglia che ha mostrato come nessuno dei due voglia perdere neanche n un turno di libere. Dani Pedrosa è stato la loro ombra, meno di due decimi il suo ritardo con qualche giro abortito quando un miglioramento era alla sua portata. Chiude il quartetto Baurista, che ha comunque limitato il distacco sotto il mezzo secondo.

La seconda Yamaha è quella di Valentino Rossi, 5°, che forse non si aspettava di essere così indietro. Il suo ritardo è di 0”746 ed è stato per solo 36 millesimi più veloce di Bradl e 40 di Crutchlow. I test di Misano lo rendevano più positivo alla vigilia, ma per ora la strada è ancora in salita.

La Ducati ha contato sul solito Andrea Dovizioso per centrare l’ottavo posto (1”099 il gap), che ha preceduto Hayden, Smith e Iannone. Una conferma il 12° posto di Aleix Espargaro, migliore delle CRT. Nel ballo dei debuttanti, Yonny Hernandez con la Pramac non è andato oltre al 18° posto (+ 2”776), davanti a Luca Scassa che si è costantemente migliorato nel turno, il peggiore è stato invece Cudlin, 24° e ultimo.

Gli altri italiani: 15° Claudio Corti e 16° Danilo Petrucci.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti