Tu sei qui

MotoGP, Rossi: curioso e carico prima di Aragon

Lorenzo all'attacco: "ero stato il più veloce nei test e adesso la moto è migliorata"

La squadra Yamaha è pronta per Aragon, una pista su cui la M1 non ha mai vinto, a differenza della Honda che ha fatto sue le due ultime edizioni del GP. Le cose potrebbero però cambiare, perché nei test di qualche mese fa gli uomini in blu avevano trovato le soluzioni giuste per fare rendere al meglio la moto anche sul tracciato spagnolo. Una mano potrebbe darla il cambio seamless, che ha debuttato in Misano, ed è un aiuto di cui sia Rossi che Lorenzo hanno bisogno. Anche se per motivi diversi.

Valentino vuole togliersi da quel quarto posto in cui è finito nelle ultime gare e incominciare a inserirsi regolarmente nella lotta per il podio. Jorge deve invece continuare a vincere senza fare errori, altrimenti il mondiale diventerebbe una chimera. I test dopo il GP di Misano sono stati utili, sarà la pista a dire quanto.

“Dopo i test, sono sempre molto curioso per la gara successiva – spiega Valentino Rossi - Quelli di Misano sono stati positivi, abbiamo migliorato vari aspetti e voglio vedere se saremo capaci di fare un altro passo avanti per la gara. Il mio obiettivo è sempre quello di lottare contro Jorge, Dani e Marc. Negli ultimi test ad Aragon, io e Lorenzo abbiamo fatto dei buoni tempi sulla M1, la moto si comportava bene, perciò siamo impaziente di incominciare”.

Non vedo l’ora di andare ad Aragon perché in questo circuito abbiamo fatto degli ottimi test prima del GP di Assen – dimostra sicurezza Jorge Lorenzo - In quell’occasione eravamo stati i più veloci e ora abbiamo una moto ancora migliore. Voglio scoprire quale sarà il nostro nuovo livello in pista. Fisicamente mi sento bene e anche gli ultimi test a Misano sono stati positivi”.

Andiamo ad Aragon con grandi aspettative – non nasconde il team manager Massimo Meregalli Abbiamo fatto due test e l’ultimo a Misano ci ha dato risultati soddisfacenti. Aragon non è mai stato uno dei migliori tracciati per noi, ma le soluzioni che abbiamo trovato negli ultimi sono state molto positive. Entrambi i piloti sono stati molto veloci”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti