Tu sei qui

SBK, Melandri: mission (im)possible a Laguna

Tre GP e 33 punti da recuperare per il ravennate. "Qui 2 podi in MotoGP, sono pronto a tutto"

A tre gare dal termine del campionato Superbike, Marco Melandri deve recuperare 33 punti in classifica. Curiosamente, la stessa cifra che porta sul cupolino. Una missione difficile, vista la costanza di Sykes e Guintoli e lo stato di forma di Laverty, ma non impossibile. A dare speranze al ravennate alla vigilia del round di Laguna Seca, i due podi ottenuti sullo storico tracciato con la MotoGP.

"Ho un ottimo ricordo di Laguna Seca – ha esordito Melandri – È una delle piste più belle della stagione, sono molto contento che la Superbike abbia scelto di tornare a correre su questo circuito. Qui ho corso quando ero in MotoGp e ho conquistato due podi, e la nostra moto dovrebbe funzionare bene su questo tracciato".

Con un futuro in Aprilia pressoché certo, "Macio" può correre le gare restanti più rilassato.

"Dovremo innanzitutto verificare le condizioni di grip dell'asfalto. Io mi sento bene, e continuo ad allenarmi per i prossimi round, sarà un finale di stagione impegnativo, ma io voglio dare il massimo".

Anche il suo compagno di squadra Chaz Davies conosce bene la pista alla periferia di Monterey, avendo militato per alcune stagioni nel campionato AMA. Il pilota gallese, ancora senza una sella per il 2013, sembra invece destinato ad entrare nell'orbita Ducati.

"Laguna Seca è stato sempre un buon circuito per me – ha detto DaviesHo sempre trovato sempre facilmente il ritmo. È sicuramente uno dei circuiti più provanti dal punto di vista fisico sui quali io abbia mai corso. Non hai un attimo di respiro e devi davvero gestire la moto perché il tracciato è costruito seguendo l’andamento del terreno, senza l’aiuto di nessun computer o di designer. La pista segue solo l’andamento naturale delle colline. Il nostro obiettivo per il weekend è sempre un doppio podio. Riguardo il campionato credo di non avere grosse possibilità, anche se ci sono tanti punti ancora in palio. In ogni caso da ora alla fine della stagione tutto dipende da podi e vittorie, e noi miriamo a questo".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti